La Sinistra storica fu lo schieramento che governò l’Italia unita dal 1876 al 1896. Uno dei primi provvedimenti presi in campo economico fu l’abolizione della tassa sul macinato, un’imposta indiretta che gravava sul grano e sui cereali. Inoltre si favorì lo sviluppo dell’industria, soprattutto di quella siderurgica e metallurgica.

Per far fronte alla crisi economica che colpì in modo particolare l’ambito agricolo dell’Europa, lo Stato italiano decise di intervenire in economia, adottando una politica protezionistica che proteggeva soprattutto l’industria e introducendo dei sussidi per chi era in difficoltà. Il protezionismo fu esteso poi anche alla cerealicoltura che stava risentendo degli effetti delle importazioni del grano statunitense.