Uno stesso corpo di massa 11 kg è appeso a una bilancia a molla in tre condizioni diverse, come mostrato in figura. Determinare la lettura della bilancia nel caso in cui il corpo è appeso in verticale, nel caso in cui è sorretto da un filo che scorre in una puleggia e che a un estremo è fissato al muro, e infine nel caso in cui il corpo sia equilibrato, tramite una seconda puleggia da un oggetto di pari massa.

Soluzione:

Nel primo caso, la bilancia segnerà il peso del corpo cioè [ P=mg=11, kgcdot9.8,frac{m}{s^{2}}=108, N ] Nel secondo caso, la forza che spinge il corpo verso il basso è sempre il suo peso e quindi la bilancia segnerà ancora 108 N; nel terzo caso, i due pesi, equilibrano la bilancia a molla, ma su quest’ultima agirà ancora il peso del corpo e quindi la molla si allungherà indicando un valore di 108 N, che è la forza equilibrante.