Abstract – scaricare il file per l'appunto completo Nei secoli precedenti, la cultura non era a disposizione di tutti. Pochi, infatti, erano coloro che sapevano leggere e scrivere e che potevano permettersi di comprare un libro. Inoltre, sul mercato, esistevano pochi volumi a disposizione degli intellettuali. Questo perché non esisteva ancora la stampa. I libri, infatti, venivano ricopiati a mano nei monasteri dagli amanuensi. Essi erano veri e propri scrivani che curavano la trascrizione e la trasmissione dei testi. Le copie dei libri, quindi, erano molto limitate e la diffusione della cultura era molto lenta. La situazione cambiò radicalmente nella seconda metà del Quattrocento. Fu in questo periodo che Gutenberg riuscì a stampare libri grazie all’invenzione dei caratteri mobili. Insomma, Gutenberg fu il precursore della stampa moderna. Come ricorda Sartori in Homo videns, l’invenzione della stampa costituì un – segue nel file da scaricare