Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Rivoluzione francese: riassunto, eventi e date

LA RIVOLUZIONE FRANCESE: TUTTE LE INFORMAZIONI

Devi affrontare l'esame o l'interrogazione e ancora non sai nulla sulla Rivoluzione Francese? Vorresti sapere il più possibile di questo periodo per impressionare e prendere un buon voto? Eccoti alcune guide utili all'apprendimento di questo periodo storico.

Continua a leggere e avrai tantissime sorprese: tante notizie e curiosità sul periodo, su ciò che accadde e sugli uomini che hanno fatto la storia.

Devi studiare con attenzione per molto tempo? Leggi anche:

La Francia prima della Rivoluzione

La Francia prerivoluzionaria (XVIII secolo), durante il regno di Luigi XVI e di Maria Antonietta, stava vivendo un grande periodo di crisi e di malcontento, dovuto alla sempre più evidente crisi economica, al crescente indebitamento statale e alla perdita di prestigio della monarchia (la regina, in particolare, austriaca d'origine era considerata vanitosa e sperperatrice delle fortune statali). Le resistenze dei ceti nobiliari ad accettare una riduzione dei loro privilegi alimentavano un diffuso malcontento dell'opinione pubblica, che iniziava a mettere in discussione il potere centrale interrogandosi sulla possibilità di cambiare assetto sull'esempio della rivoluzione americana).

La Sintesi della Rivoluzione Francese

Costretto dal malcontento generale, che si esprimeva attraverso piccole rivolte, Luigi XVI si vide costretto a convocare gli Stati Generali (un'assemblea che coinvolgeva i rappresentanti degli ordini sociali: clero, nobiltà, terzo stato). Sin dal giorno della convocazione, il 5 maggio 1789, i delegati del terzo stato si riunirono separatamente, per definire le richieste da sottoporre al sovrano. Poco dopo si autoproclamarono Assemblea nazionale (17 giugno 1789), dichiarando di essere gli unici rappresentanti della nazione. A loro si unirono anche alcuni esponenti degli altri ordini, autoproclamandosi Assemblea nazionale costituente (9 luglio 1789). L'assemblea si attribuì il compito di dare al paese una Costituzione. Il re tentò di bloccare l'azione dell'Assemblea, ma in seguito alla ribellione di Parigi del 14 luglio 1789 (assalto alla Bastiglia, prigione e fortezza dove erano tenuti i prigionieri politici, simbolo del potere del Re) fu costretto a scendere a patti. Nelle campagne francesi, intanto, divampò una rivolta di carattere antifeudale, dettata dalla fame e dalla paura. Il 26 agosto, l'Assemblea, spinta dagli eventi, emanò la Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino, che fissava i diritti di libertà politica, religiosa, di pensiero, di proprietà e la parità delle garanzie giuridiche per tutti i cittadini e che, ispirandosi ai concetti di libertà, uguaglianza e sovranità popolare, aboliva la monarchia assoluta.

La fine del Re

A seguito di tutti questi eventi, il re tentava senza successo la fuga verso il nord Europa: Austria, Prussia e Russia si erano alleate contro la Francia rivoluzionaria, che reagì alla sfida dichiarando la guerra (1792). Il 10 agosto 1792 i rivoluzionari s'impadronirono del Palazzo Reale, mentre l'Assemblea ordinò di incarcerare il re con l'accusa di tradimento della patria. Infine fu proclamata la Repubblica. Il re, processato per alto tradimento e condannato a morte, fu decapitato il 21 gennaio 1793; in ottobre la stessa sorte toccò alla regina Mariantonietta.

La Francia dopo la Rivoluzione

Il risultato immediato e desiderato della rivoluzione fu l'abolizione della monarchia assoluta e dei privilegi feudali dell'aristocrazia terriera ma la conclusione degli eventi fu un colpo di stato (18 brumaio 1799) ideato da Napoleone. La Francia, che aveva, dunque, tanto lottato per diventare una Repubblica, si trasformò nel 1804 in un Impero con a capo Napoleone Bonaparte.

La Rivoluzione Francese: risorse per lo studio

Se vuoi saperne di più sulle cause e le conseguenze della Rivoluzione Francese, ti consigliamo di consultare tutti i nostri materiali utili sull'argomento:

Commenti

Commenta Rivoluzione francese: riassunto, eventi e date.
Utilizza FaceBook.