Tra la religione islamica e la religione cristiana vi sono punti in comune e dei punti di divergenza. La religione islamica è stata fondata da Maometto nel VII sec. d.C. dopo che egli ricevette dall’angelo Gabriele un messaggio divino col quale diventò il profeta di un unico e solo Dio, Allah.
Da quel momento in poi Maometto si impegnò a diffondere questa nuova religione nel mondo che oggi è professata da più di un miliardo di fedeli ed è seconda solo al Cristianesimo. Queste due religioni sono entrambe monoteiste quindi credono in un solo Dio. Il testo principale dell’Islam è il Corano che contiene tutto quello che Allah ha rivelato a Maometto; è scritto in arabo ed è diviso in tanti capitoli detti Surf. Il testo religioso più importante della religione cristiana è la Bibbia che nel Nuovo Testamento narra le vicende di Gesù sulla Terra. Nella religione islamica, ci sono cinque pilastri fondamentali che ogni musulmano deve rispettare: proclamare la propria fede in Allah; pregare almeno cinque volte al giorno; fare elemosina ai più bisognosi; digiunare nel mese di
Ramadan e andare in pellegrinaggio alla Mecca, almeno una volta nella vita. I momenti di preghiera, nell’Islam, si svolgono nelle moschee, luoghi di culto completamente diversi dalle chiese cristiane e il giorno di festa per i musulmani è il venerdì, mentre per i cristiani è la domenica. Gli islamici si dividono in sunniti e sciiti, mentre i cristiani in cattolici, ortodossi e protestanti. Per quanto riguarda il rapporto cristiano – islamico ci sono delle differenze nel modo di accettare nel proprio paese degli immigrati di altro culto; infatti, i cristiani si preoccupano di aiutare gli immigrati musulmani, di far valere i diritti anche per loro e di favorire la costituzione di luoghi di culto per professare la loro fede. Tutto questo non avviene, per quel che so, nei Paesi islamici dove si riscontra diffidenza e chiusura nei confronti dei cristiani. Inoltre la religione cristiana è basata sull’ecumenismo (apertura, confronto, dialogo), mentre la religione islamica è basata sul fondamentalismo (le leggi dello Stato dipendono dalla Chiesa) e sull’integralismo (seguire integralmente il Corano). Queste due religioni devono trovare una convivenza pur nella diversità.