Versioni Greco Svolte Maturità 2019

Orfeo e la lira

La lira è stata inventata da Ermes a partire dal guscio di una tartaruga; in principio aveva sette corde, poi nove, in onore delle Muse: infatti le Muse sono nove. Ricevette la lira Orfeo, il quale con la lira e con il canto ammaliava le selve e le rocce. Dopo la morte della moglie Euridice, […]

La prima spedizione persiana contro la Grecia

Circa dieci anni prima la battaglia navale di Salamina, Dario inviò un satrapo con l’esercito persiano e ordinò di conquistare l’Eubea e l’Attica, di ridurre in schiavitù gli abitanti e di condurli a Ecbatana. Il comandante allestì un esercito di fanteria e uno navale, fece salire i soldati sulle navi, e dall’isola di Samo navigò […]

A quale punto può arrivare l'inimicizia

Due nemici viaggiano insieme per mare e non vogliono stare vicini. Così uno si mette a prua e l’altro a poppa. Si scatena una violenta tempesta e l’imbarcazione sta per capovolgersi e affondare. Allora quello che sta a poppa chiede al timoniere: “Quale parte della nave rischia di affondare per prima?”. Il timoniere risponde: “La […]

I Medi e le loro città

I greci, procedendo in maniera sicura, arrivarono fino al fiume Tigri. In quel luogo ce era una grande città, nella quale abitavano dai Medi. La larghezza delle sue mura era di venticinque piedi, e l’altezza di cento. Erano state costruite con mattoni di argilla. La base era di pietra, di venti piedi. Accanto a questa […]

Edipo e la Sfinge di Apollodoro

Versione greco Apollodoro Il viso della Sfinge era di donna, il petto invece e i piedi e la coda di leone, e le ali di uccello. Rimaneva su un confine vicino a Tebe, e propose questo enigma ai Tebani: Che cos’è ciò che ha una sola voce, e che diventa di quattro, di tre e […]

La costituzione di Solone, Esercizi greci, 287-288

Ed essendo quello la costituzione nella città, e restando la moltitudine come servi dei pochi, il popolo si ribellò contro i nobili. Essendo in una fortissima discordia e in opposizione gli uni contro gli altri per molto tempo, presero come mediatore e capo a Solone, e affidarono a lui lo stato (…). Diventato allora signore […]

L’uomo perbene deve essere egoista, Esercizi greci

Perciò l’uomo perbene dev’essere egoista (infatti, anche lui avrà profitto nel fare il bene e sarà utile agli altri), quello vigliacco, invece, non deve esserlo; infatti, lui recherà danni sia a se stesso sia a quelli vicini, seguendo le passioni basse. Nell’uomo vigliacco, in effetti, è in dissonanza ciò che deve fare e quello che […]

La creazione delle stirpi, Esercizi greci, 281-282

C’era infatti un tempo, quando c’erano gli dei, ma il genere dei mortali non c’era. Ma poi arrivò per questi ultimi il tempo appropriato per la loro nascita, e gli dei li modellarono nell’interno della terra, mischiando un po’ di terra e di fuoco e di tutto quanto si può contemperare con il fuoco e […]

Il Po, Esercizi greci, 258-259.

Il fiume Po, celebrato dai poeti con il nome di Eriandro, ha la sua fonte negli Alpi e trascorre giù verso le pianure, facendo il suo corso verso il sud. Quando raggiunge i luoghi al livello della pianura, li trascorre girandosi con la corrente verso est, e sfocia in due aperture verso i luoghi lungo […]

La prima caccia di Ciro: Versione greco Senofonte

Versione greco del testo Ora, quando Astiage seppe che lui (Ciro) desiderava molto andare a caccia fuori, lo inviò e insieme a lui inviò lo zio e delle guardie a cavallo piuttosto anziane, affinché lo guardassero dai luoghi difficili e se comparisse qualche bestia selvatica. Ciro prese volentieri notizia dai cacciatori di seguito a quali […]

Le amazzoni, Scholè 135

Le Amazzoni anticamente furono dunque le figlie di Ares. Abitavano presso il fiume Termodonte, essendo poi le uniche ad essere fornite di armi tra quelli vicino ad esse stesse, ed essendo dunque le prime fra tutti ad aver montato dei cavalli, con i quali inaspettatamente, a causa dell’inesperienza dei nemici, catturavano i fuggitivi, e lasciavano […]

L'avaro

Un avaro, avendo convertito in denaro tutti i suoi averi e avendo fatto un cumulo d’oro, lo seppellì in un luogo, avendo seppellito lì anche la sua anima e la mente: e giungendo di giorno, lo vedeva. Uno dei lavoratori avendo custodito quello e avendo saputo l’accaduto, avendo scavato portò via il cumulo. Dopo queste […]

Ciro incoraggia i suoi soldati

Ciro il Vecchio così incoraggiava i soldati: “O amici, sapete certamente che io vi amo e vi onoro, e soprattutto vi amerò e onorerò dopo la battaglia e la vittoria. So infatti che voi avete il coraggio di affrontare ogni pericolo e che sopportate ogni fatica e non temo e non mi accadono cose più […]

Il tiranno Ipparco

Ipparco, figlio di Pisistrato, essendo il più vecchio tra coloro che erano intorno a Pisistrato, era anche il più saggio degli Ateniesi. Questi portò per primo i poemi di Omero ad Atene, e rese obbligatorio che i rapsodi li cantassero nelle Panatenaiche. E mandò il comandante di cinquanta uomini Teo da Anacreonte, affinché mandasse lo […]

Preparativi di Ciro per la guerra

Ciro preparava le altre cose per la guerra magnificamente, avendo cura non solo degli alleati ma anche mettendo contesa agli amici fra loro affinché ciascuno di essi si mostrasse molto ben armato, praticissimo cavaliere, espertissimo nel lanciare frecce, abilissimo arciere e molto laborioso. Portava a termine queste cose portandoli fuori a caccia e distribuendo doni […]

Mens sana in corpore sano

Riguardo a tutte le cose di cui si occupano gli uomini è molto importante il corpo: in tutti i bisogni della persona importa molto curare il corpo nel modo migliore possibile. Poiché anche in ciò è necessario che il bisogno della persona sia brevissima, che anche in esso si pensi, uno non prega che anche […]

Educazione dei giovani Persiani

I Persiani insegnano ai fanciulli anche la saggezza: si pensa fortemente sull’imparare ad essere saggi che quelli vedono anche gli anziani che trascorrono l’intero giorno saggiamente. Insegnano a quelli anche a obbedire agli ordini: anche su ciò si pensa fortemente che vedono gli anziani che obbediscono agli ordini vigorosamente. Insegnano anche temperanza di fame e […]

I fondamenti della democrazia ateniese

Dunque innanzitutto dico questo, che giustamente nello stesso luogo i poveri e il popolo sembrano superare i nobili e i ricchi per questo, che il popolo è colui che conduce le navi e colui che procura la forza alla città, (come lo sono) i nocchieri, i comiti, i pentecontarchi, i proreti e i costruttori di […]

Ciro il giovane viene avviato alla paideia

Ciro era ancora fanciullo, quando era educato con il fratello e con gli altri fanciulli: era ritenuto il migliore di tutti. Infatti tutti i fanciulli dei nobili persiani si alla corte del re: i fanciulli vedono e ascoltano coloro che sono stimati dal re e coloro che sono disprezzati, così che subito i fanciulli presenti […]

La volpe e il leopardo

Una volpe e un leopardo gareggiavano sulla bellezza. Vantandosi il leopardo ogni momento della varietà di colore del corpo, la volpe prendendo la parola diceva: “Ed io quanto sono più bello di te, che ho non il corpo, ma l’intelligenza furba?” La favola dimostra che il mondo della mente è migliore della bellezza del corpo.