Marcus Piso, praeclarus Romanus orator, servo suo, qui domesticis negotiis praeerat, saepe praeceperat ut solum ad interrogata responderet. Olim Piso, cum nonnullos amicos ad cenam invitaret vellet, inter quos quendam Clodium, illius domum servum misit, qui eum ad convivium invitaret; quod servus diligenter fecit. Cum cenae hora iam instaret, ceteri convivae aderant, aberat solus Clodius. Tum Piso, cum eum diu exspectavisset, servum arcessivit eique iratus: <>. Cui servus: <>. Tum Piso: <>. Et oboediens servus: <>.

Traduzione

Marco Pisone, famosissimo oratore romano, aveva spesso ordinato al suo servo, che sovrintendeva alle faccende domestiche, di rispondere soltanto alle cose richieste. Una volta, Pisone, volendo invitare a cena parecchi amici, tra i quali un certo Clodio, mandò il servo a casa sua, perché lo invitasse al convito; cosa che il servo diligentemente fece. Quando l’ora di cena ormai arrivava, erano presenti gli altri invitati, mancava il solo Clodio. Allora Pisone, avendolo aspettato a lungo, fece chiamare il servo e irato: <>. A quello il servo: <>. Allora Pisone: <>. E il servo obbediente: <>.