Polibio

Polibio, vita e opere

Polibio (Megalopoli 200 circa a.C. – 118 circa a.C.) fu un politico e storico ellenistico. Fu figlio di uno dei capi della lega achea, Licorta, e nel 169 fu nominato ipparco: per questa sui condizione fu deportato a Roma con altri ostaggi in quanto accusato di aver favorito di macedoni. Rimase a Roma per 7 anni, legato da una profonda amicizia con Africano Minore, che seguì nell’assedio di Cartagine del 146 a.C. e in Numanzia. Morì a 82 anni in patria, a causa di una caduta da cavallo.

Le opere di Polibio e le Storie

Di alcune opere conosciamo solo i titoli:

  • Filopemene, biografia del generale di Megalopoli
  • Tattica, trattato sulla guerra
  • Intorno all’abilità della zona equatoriale, testimonianza dei suoi viaggi
  • La guerra di Numanzia, monografia storica

La sua più grande opera fu le Storie, un affresco in 40 libri dellla storia di Roma dalla prima alla terza guerra punica. Di questa ci sono rimasti i libri 1-5 ed estratti bizantini. Le Storie furono scritte in vari periodi a partire dal 160 circa, quanto Polibio tornò libero nel circolo di Scipione l’Emiliano. I primi due libri raccontano gli anni che vanno dal 264 al 220, mentre il terzo, il quarto e il quinto narrano le vicende greche e romane fino alla battaglia di Canne (216). Il libro VI espone la teoria sulla costituzione, mentre dal VII si segue l’ordine annalistico fino al 146. Le Storie rappresentano una svolta nella storiografia romana e furono un fondamentale punto di riferimento per la storiografia ellenistica.

Il Po, Esercizi greci, 258-259.

Il fiume Po, celebrato dai poeti con il nome di Eriandro, ha la sua fonte negli Alpi e trascorre giù verso le pianure, facendo il suo corso verso il sud. Quando raggiunge i luoghi al livello della pianura, li trascorre girandosi con la corrente verso est, e sfocia in due aperture verso i luoghi lungo […]

La Sicilia

  Traduzione   Nei tempi più antichi abitavano la Sicilia i Siculi, stirpe di uomini selvaggia e molto incivile. Presso i Siculi, traghettando dalla patria, i Greci fondarono molte colonie in Sicilia vicino al mare, importando molte merci. Dapprima i coloni, essendo liberi, avevano come forma di governo l’oligarchia, oppure la democrazia; in seguito nella […]