Default: tutte le info su questo termine

La nostra lingua, quella italiana, è ricca di termini che usiamo quotidianamente. Con il tempo, con l’evoluzione e con il cambio di generazioni, nel nostro linguaggio sono entrate parole provenienti da altre lingue e oggi vogliamo conoscere tutto sul termine inglese default. Vi sarà sicuramente capitato di sentirlo, leggerlo in qualche rivista o articolo, e forse l’avrete anche usato, ma vi siete mai fermati a riflettere sul significato e su come sia corretto usarlo? Non temete, come capita spesso iniziamo col darvi la definizione esatta e poi passiamo a vedere come metterlo in pratica con qualche frase. Gli esempi d’uso sono molto utili per la memorizzazione e per facilitare la messa in pratica del termine nei contesti e nelle frasi giuste, andiamo subito a scoprire quali sono.

Default: il significato del termine

Come siamo soliti fare, per essere chiari e darvi la definizione corretta di un termine, vi passiamo in rassegna quella che si trova nell’enciclopedia Treccani e ve la riportiamo: si tratta di una locuzione, piuttosto diffusa anche nel parlato colloquiale delle persone colte o che hanno una certa pratica col linguaggio dei computer, significa ‘in modo automatico, come di consuetudine. Letteralmente ‘mancanza, assenza, difetto’ ma, nel linguaggio dell’informatica inglese, significa «condizione operativa automaticamente selezionata da un programma o da un sistema informatico in mancanza di una istruzione specifica da parte dell’operatore». Nel linguaggio finanziario, condizione di insolvenza di una banca o di un paese nei confronti di obbligazioni o debiti; per estensione, fallimento: dichiarare default.

Default: qualche esempio d’uso

Per facilitare la comprensione e la memorizzazione del termine è molto utile fare degli esempi d’uso. Più esempi leggerete più probabilità avrete di imparare, velocemente, ad usare il termine nella maniera corretta. Non dilunghiamoci ulteriormente e passiamo subito agli esempi:

  1. Nessuno degli intervistati crede comunque nel default o nel ritorno della Grecia alla dracma,
  2. Le banche hanno notificato da più di tre settimane, l’event of default, cioè la sussistenza d’impatto che modifica i termini del contratto.

Ora che abbiamo finito con gli esempi speriamo che d’ora in poi userete il termine nel modo corretto e che l’abbiate memorizzato per bene.

Leggi anche: