Province o provincie: la forma corretta

Quante volte, nel momento in cui vi siete trovati a scrivere alcune parole, avete avuto dei dubbi e vi siete fermati per ore a fissare il soffitto in attesa che arrivasse la risposta dal cielo? Oggi quella risposta ve la diamo noi, rispondendo alla domanda “Si scrive province o provincie“? Come siamo soliti fare in questi casi, prima di fornirvi la forma corretta vi diamo la spiegazione o la regola grammaticale. Nel caso di oggi il dilemma è forte in quanto la pronuncia non aiuta, tutt’altro, ci crea solo ulteriore confusione. Ma non temete, quando avrete letto la regola sarà facile per voi memorizzare e usare la forma corretta.

Province o provincie: la forma corretta è province

Come vi abbiamo accennato, quando ci troviamo di fronte a casi di dubbi ortografici la prima cosa sensata da fare è andare a cercare la regola che spieghi il perché una determinata parola si scriva in un modo e non in un altro. Nel caso di province, la forma corretta è questa perché se al singolare i nessi –cia o –gia sono preceduti da consonante, il plurale è in –ce, –ge! Questa è la regola, a voi non resta che memorizzarla in modo da non commettere più errori ortografici. Per facilitarvi in questo, vi riportiamo anche un altro esempio: il singolare della parola pronuncia sarà pronunce o pronuncie? Per la stessa regola che vale per province, il plurale di provincia è province. Non vi basta? Ecco altre parole, nomi o aggettivi, che finiscono in cia e gia e perdono la i al plurale:

  1. arancia-arance
  2. bilancia-bilance
  3. buccia-bucce
  4. doccia-docce
  5. faccia-facce
  6. freccia-frecce
  7. goccia-gocce
  8. pelliccia-pellicce
  9. pioggia-piogge
  10. quercia-querce
  11. rinuncia-rinunce
  12. roccia-rocce
  13. spiaggia-spiagge
  14. torcia-torce
  15. traccia-tracce
  16. treccia-trecce

E, per finire, qualche esempio d’uso.

Province: qualche esempio d’uso

Dopo aver memorizzato la regola che spieghi il perché una parola al plurale si scriva in un determinato modo, è necessario fare qualche esempio d’uso di modo che non vi esca più dalla mente:

  1. Le province italiane sono enti territoriali di area vasta e costituiscono una suddivisione amministrativa di secondo livello, immediatamente inferiore alle regioni e superiore ai comuni. Le Province attive dal punto di vista amministrativo sono 80.
  2. Quante piogge quest’anno!
  3. Le bionde trecce, gli occhi azzurri e poi.
  4. Le arance contengono molta vitamina C.
  5. Le pellicce vanno indossate solo se ecologiche.
  6. Il cane è un vero e proprio segugio, non ha perso le sue tracce neanche per un attimo.

Non perderti: Come fare un buon tema: 19 errori di ortografia da evitare