Tampax: la comodità dell’assorbente interno

Tampax è una delle marche più famose di assorbenti interni, ovvero i tamponi che hanno la capacità di assorbire il sangue mestruale direttamente dall’interno del canale vaginale. Al contrario di come funzionano quelli esterni, il sangue non fuoriesce affatto dalla vagina e si tratta di un bel vantaggio sia da un punto di vista igienico che di comodità. Con i Tampax, infatti, qualsiasi donna ha la possibilità di correre, nuotare o fare sport anche nel periodo mestruale senza nessun tipo di fastidio o preoccupazione.

Leggi anche:

Tampax: le differenze tra i vari prodotti

I vari assorbenti interni si differenziano di solito per tre caratteristiche fondamentali. In primo luogo il tampone può essere venduto con o senza l’applicatore: quelli con l’applicatore sono maggiormente gestibili nella fase di inserimento, per quelli senza applicatore sarà necessaria più destrezza ma solitamente sono anche molto più piccoli. In secondo luogo, l’applicatore del tampone può essere di carta o di plastica: quello di carta è biodegradabile quindi in genere può essere gettato nel water, quello di plastica ha invece il vantaggio di essere più facilmente utilizzabile. Infine, ogni tampone ha il suo grado di assorbenza: inizialmente si consiglia di utilizzare quelli regolari, per poi passare ai superassorbenti che di norma sono un pò più grandi.

Tampax: come utilizzarli la prima volta

Inserire per la prima volta il Tampax può sembrare un’operazione complicata ma, in verità, è più semplice di quello che si crede. Innanzitutto è importante lavare le mani prima dell’operazione per evitare ogni sorta di infezioni. Una volta estratto dall’involucro di carta, il tampone deve essere mantenuto al centro con la cordicella verso il basso e la parte più dura verso l’alto. Da questo momento in poi l’importane è rilassarsi il più possibile ed inserire l’assorbente all’interno della vagina solo di un paio di centimetri. Grazie all’applicatore sarà facile far salire ulteriormente il tampone senza problemi. A questo punto il gioco è fatto, resterà solo sfilare delicatamente l’applicatore e lasciar pendere la cordicella dall’apertura vaginale.