Eclissi Solare 21 Agosto 2017: cosa accadrà

Un’emozione unica di cui si potrà godere dal cielo degli Stati Uniti, ma non solo… il “sole nero” farà capolino nei cieli internazionali per tenere tutti con gli occhi puntati al cielo. L’evento è straordinario: sole, luna e terra si troveranno perfettamente allineati in quest’ordine. Se ci si trova nel cono d’ombra della luna sulla terra, si percepirà un calo della temperatura mentre il cielo si oscurerà, e si vedrà chiaramente la corona solare, normalmente invisibile.  Era dal 1979 che non si osservava un’eclissi totale negli Stati Uniti. Ma per la prossima non dovranno aspettare tanto. L’8 aprile 2024 ne avverrà un’altra, che dal Messico taglierà dal Texas per terminare in Maine e in Canada. In Italia, invece, bisognerà aspettare fino al 2026.

Leggi anche:

Eclissi Solare 21 Agosto 2017: dove sarà visibile

L’eclissi più lunga avrà una durata di 2 minuti e 41,6 secondi nei pressi di Makanda Township, a Sud di Carbondale, nello Stato dell’Illinois, sulla costa atlantica. La durata minima sarà invece di 2 minuti, sulla costa pacifica. Gli stati interessati sono: Montana, Idaho, Oregon, Wyoming, Nebraska, Iowa, Kansas, Missouri, Illinois, Kentucky, Tennessee, North Carolina, South Carolina e Georgia. Le città più grandi in cui si vedrà sono: Salem in Oregon, Boise in Idaho, Casper in Wyoming, Omaha in Nebraska, Kansas City tra Kansas e Missouri, St. Louis in Missouri, Nashville in Tennessee, Athens in Georgia e Charleston in South Carolina. L’eclissi inizierà alle 9.05 del mattino nel fuso orario del Pacifico a Lincoln Beach, in Oregon, se siete in quelle zone, cercate di non perderla.

Eclissi Solare 21 Agosto 2017: dove vederla in Italia

Sono in tantissimi ad assistere all’eclissi, anche dall’Italia. La Nasa permetterà l’osservazione del fenomeno in streaming.  Dovrete connettervi poco dopo le 18, ma per vedere i pochi minuti di eclissi solare totale bisognerà aspettare le 19.15 circa. L’eclissi sarà visibile anche sul sito della CNN e sui principali canali americani, nonché sulla pagina Facebook di Science Channel. Se volete connettervi tramite tablet, vi consigliamo la app della Nasa, oppure direttamente “Total Solar Eclipse”.