Cos’è e come funziona una Borsa Lavoro

Si parla tanto di lavoro e di come cercarlo, ma sapevate che esiste anche la borsa lavoro? Sapete di cosa si tratta e come è possibile richiederla? Oggi vi vogliamo parlare proprio di questo, delle opportunità di cui possiamo usufruire con questa borsa, delle agevolazioni che si nascondono dietro il suo utilizzo e di quello che c’è da fare per poterla richiedere. Procediamo per gradi iniziando a vedere di cosa si tratta nello specifico per poi scoprire a chi è destinata, quanto dura e quali sono le procedure per richiederla; non distraetevi e tenete gli occhi puntati su queste poche righe.

Potrebbe interessarti: LinkedIn: cos’è e come funzione

Borsa lavoro: che cos’è?

La ricerca di un lavoro non è una cosa molto semplice, in particolar modo in questo periodo; tra le varie soluzioni al problema figura la borsa lavoro, uno strumento lavorativo che ha il fine di agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro per mezzo di un’esperienza lavorativa. Quest’esperienza non implica alcun rapporto di lavoro dipendente con l’azienda o il soggetto che ospiterà il borsista; quest’ultimo, infatti, sarà retribuito da chi eroga la borsa, ovvero il comune, altri enti pubblici, fondazioni, associazioni di volontariato e cooperative sociali. Ora vediamo a chi è destinata.

Borsa lavoro: a chi è destinata?

Al giorno d’oggi trovare un lavoro è abbastanza difficile per tutti, e quelli che ci vanno di mezzo sono in particolare tutte quelle persone che vivono in condizioni svantaggiate; è proprio a questi ultimi che è destinata questa borsa. In particolare sono coinvolti soggetti con difficoltà socio-economiche o di inserimento lavorativo, che in genere vengono segnalate dai servizi sociali: disoccupati, disabili, minori a rischio, ex detenuti e anche studenti. Scopriamone insieme la durata.

Borsa lavoro: la durata

La durata della borsa è variabile, può durare qualche mese oppure un anno intero, e la somma da destinare al borsista può cambiare da caso a caso. La cosa importante da precisare è che la borsa non deve essere concepita come uno stipendio; si tratta piuttosto di un riconoscimento dell’impegno che si è dimostrato nell’integrarsi nel nuovo contesto lavorativo e nel modo in cui si sono svolte le mansioni. Per finire, scopriamo insieme come ottenerla.

Borsa lavoro: come richiederla

Abbiamo detto che le borse lavoro rappresentano degli strumenti di aiuto economico per l’inserimento lavorativo in circostanze protette e hanno come obiettivo quello di aiutare le persone a orientarsi verso un’esperienza lavorativa. In un apposito atto tra l’ente erogatore e l’azienda ospitante vengono stabilite le mansioni che dovrà svolgere il borsista, la durata del progetto e l’orario. In tal modo si dà un’opportunità alle persone in difficoltà di mettere in atto le proprie capacità e potenzialità, favorendone l’autonomia professionale e la formazione. Per richiederla e quindi partecipare ad un bando da cui verranno selezionati i più meritevoli è necessario:

  • presentare la domanda entro la scadenza stabilita al comune di riferimento
  • essere cittadini italiani e maggiorenni
  • dimostrare di essere disoccupati esibendo il certificato di disoccupazione rilasciato dal centro territoriale per l’impiego

Dopo che i requisiti saranno valutati, le domande saranno analizzate da un’apposita commissione e verrà stilata una graduatoria pubblica dalla quale il Comune attingerà durante l’anno.

Come trovare lavoro: info e suggerimenti

Non perderti le nostre guide su come trovare il lavoro che fa per te: