ATTACCO A PARIGI 2017 CHAMPS ELYSÈES: RIASSUNTO E APPROFONDIMENTI PER LA SCUOLA

Ad un anno e mezzo dall’ultimo attacco Isis Parigi rivive di nuovo quel clima di terrore: un nuovo attentato terroristico ha infatti sconvolto la capitale francese ieri, 20 aprile 2017, agli Champs Elysées. Durante l’agguato ha perso la vita un poliziotto e altri due sono stati feriti gravemente a colpi di kalashnikov. Dopo un primo momento di incertezza è stata confermata la matrice terroristica e qualche ora dopo è stato identificato l’autore dell’attentato, un pregiudicato trentanovenne di nome Karim. Negli ultimi mesi gli attentati terroristici si stanno susseguendo uno dopo l’altro, e di certo avrete un po’ di confusione riguardo ad alcuni aspetti e a come si sono svolti i fatti: se avete bisogno di alcuni chiarimenti ecco un riassunto completo su tutto quello che è successo nell’ultimo attentato avvenuto a Parigi, così che abbiate un quadro completo della situazione.

Scopri tutto gli ultimi attentati: 

Leggi cosa è successo nell’attentato a Parigi avvenuto nel 2015: Attentato a Parigi: riassunto e approfondimento per la scuola

attentato Parigi 2017

ATTENTATO CHAMPS ELYSÈES 2017: COSA È SUCCESSO A PARIGI IL 20 APRILE

In pieno clima di elezioni presidenziali Parigi diventa nuovamente teatro di un attentato terroristico, puntualmente rivendicato dall’Isis. L’attentatore, Karim Cheurfi, 39 anni, condannato nel 2003 a 20 di reclusione (ridotta poi a 5 anni), ha sparato a colpi di kalashnikov in un grande magazzino, Marks & Spencer, che si trova di fronte alla brasserie Fouquet’s. La ricostruzione dei fatti in un primo momento è stata confusa, ma alla fine è stato riportato quanto segue: secondo le testimonianze l’assalitore sarebbe giunto con un’Audi A4 color argento e avrebbe sparato con un kalashnikov contro un furgone della polizia, uccidendo un agente e ferendo gravemente altri due poliziotti. La sparatoria è stata breve e il killer è subito fuggito, ma è stato ucciso poco dopo da alcuni poliziotti scampati all’agguato. L’attentatore avrebbe però un complice, uno jihadista belga di nome Abu Yousif, per il quale è stato predisposto un avviso di ricerca.

ATTACCO TERRORISTICO PARIGI 2017: LE INDAGINI

Subito dopo la sparatoria è partito il piano antiterroristico: le vie più famose di Parigi sono state evacuate, la zona attaccata è sorvegliata costantemente da elicotteri e le stazioni metro George V, Franklin Roosevelt e Champs Elysees-Clemenceau sono state chiuse. I cittadini sono stati invitati a non frequentare i luoghi a rischio finché non ci saranno nuovi chiarimenti, ma già da stamattina gli Champs Elysées sono stati riaperti al traffico. Nel frattempo continuano le indagini ed è stata perquisita la casa del killer, che si trova nella zona di Seine-et-Marne. Nella sua auto sono stati trovati un fucile a pompa e armi bianche. Le persone considerate a lui più vicine sono in stato di fermo e sotto interrogatorio dai servizi antiterroristici francesi. Questa mattina è stata convocata una riunione dal Consiglio di difesa francese, a cui hanno preso parte il presidente François Hollande, il primo ministro Bernard Cazeneuve, altri ministri e gli esponenti principali dei servizi di sicurezza e dell’intelligence. Secondo la presidente del Front National, Marine Le Pen (candidata di destra alle presidenziali) sono da temere nuovi attacchi prima del primo turno delle elezioni (dunque questa domenica), c’è un altro attentatore che ancora circola liberamente. Il pericolo è al massimo, e occorre rafforzare tutti i mezzi che si hanno a disposizione per contrastare lo Stato Islamico. Secondo la candidata di destra i terroristi non hanno attaccato per influenzare le elezioni, pensiero che però non condivide l’avversario centrista Emmanuel Macron, il quale sostiene con fermezza che i terroristi vogliono assolutamente colpire le elezioni francesi e provocare altri disastri.

Per avere un quadro più ampio sugli attacchi terroristici firmati Isis ecco i riassunti degli altri attentati:

TERRORISMO E ISIS: RISORSE PER LO STUDIO

Il terrorismo e l’Isis sono argomenti molto discussi in classe e che potrebbero essere oggetto delle tracce di Maturità. Ecco le nostre risorse per allenarsi: