Si chiama E-Kaia ed è la straordinaria invenzione di tre studentesse cilene di ingengneria. Lo strumento è in grado di ricaricare la batteria del telefonino o dello smartphone (o di altri device come il tablet ) attraverso la fotosintesi clorofilliana. Una idea speciale e 'verde'.

E-Kaia è un biocircuito da inserire alla base della pianta. Lo strumento è capace di trasformare l'energia solare in quella chimica per una inensità di 5 volt e 600 milliampere.

E-Kaia sfrutta gli elettroni 'superflui' sprigionati dalle piante nel corso della fotosintesi clorofilliana. Tramite una uscita usb è  possibile ricaricare la batteria in una oe mezzo.Ecco un video che ne mostra il funzionamento.