Hezbollah: chi sono

Hezbollah, in arabo “Partito di Dio”, è un’organizzazione libanese nata nel giugno del 1982 e divenuta successivamente anche un partito politico sciita del Libano. Ispirata all’Ayatollah Khomeini e sorta come braccio armato durante l’invasione di Israele del Libano meridionale e la conseguente guerra civile, ebbe subito l’appoggio del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica. Dopo l’uccisione insieme alla moglie e alla figlia del vecchio capo Abbas al Musawi da parte degli israeliani, attualmente Hassan Nasrallah è il segretario del partito e gruppo militare sciita. Con Nasrallah, l’organizzazione ha accresciuto di molto la sua potenza militare, diventando un avversario sempre più pericoloso per l’esercito israeliano nel Libano meridionale.

Hezbollah: programma politico

Hezbollah, nato come semplice milizia armata per difendere il Libano dagli invasori israeliani, si è evoluto negli anni diventando un vero e proprio partito politico. Lo scopo principale dell’organizzazione è la costituzione di uno Stato islamico in Libano come patria per tutti i musulmani e, per questo motivo, si oppone a tre nemici fondamentali: Israele, Stati Uniti e Isis. Secondo l’ideologia degli Hezbollah, gli Stati Uniti incarnano il male in assoluto, mentre Israele è da considerarsi un nemico per l’egemonia imposta nella regione in cui è stato fondato lo Stato a discapito dei palestinesi. Tali obiettivi politici sono stati esplicitati nel secondo Manifesto dell’organizzazione redatto nel 2009. In esso viene ribadito l’astio del partito verso gli Stati Uniti perchè “l’obiettivo centrale dell’egemonia americana consiste nel dominare a tutti i livelli le nazioni: politicamente, economicamente, culturalmente o attraverso il saccheggio delle loro risorse, soprattutto del petrolio”. È identica la posizione di Hezbollah anche nei confronti di Israele che “rappresenta una minaccia eterna per il Libano e un reale pericolo per il paese a causa delle sue ambizioni storiche nella terra come in acqua”.

Hezbollah: la visione dello Stato

Secondo il manifesto di Hezbollah lo Stato ideale laico, da costruire dopo la vittoria alle elezioni della Repubblica parlamentare libanese, dovrà impegnarsi “nell’applicazione delle leggi nei confronti di tutti i suoi cittadini senza distinzione di religione, provenienza geografica ed orientamento politico, in un quadro di rispetto delle libertà e di giustizia verso i diritti e i doveri dei cittadini”. Dal punto di vista economico si dovrà tenere conto del consolidamento di tutti i settori, in particolare di quello agricolo e industriale.

Leggi anche: