La notizia che rimbalza dai Paesi Bassi ha dell'incredibile. Gli istruttori di guida potranno concedere lezioni facendosi pagare in prestazioni sessuali purché gli allievi siano maggiorenni e consenzienti.

Una legge che ha scatenato un feroce dibattito all'interno del parlamento olandese. Si oppongono i cristiani conservatori, mentre il governo ha chiarito che l'istruttore potrà chiedere di farsi pagare in….sesso, ma non il contrario. L'allievo/a infatti non potrà offrire il proprio corpo in cambio di lezioni.

Gert-Jan Segers, leader dei conservatori, è contrario alla legge perché gli allievi di una scuola guida non hanno una licenza per prostituirsi e neanche avrebbero la possibilità di dichiarare la prestazione ai fini fiscali.

Secondo quanto riporta Il Messaggero, però, Il ministro della Giustizia e quello dei Trasporti hanno difeso la egge attraverso una lettera al Parlamento.