PIRANDELLO, FRASI E CITAZIONI

Quali sono le frasi più celebri di Luigi Pirandello, tratte dai suoi romanzi e dalle sue opere più famose che bisognerebbe sempre tenere a portata di mano per fare bella figura con i prof o magari con qualche amico colto? Gli aforismi sulle maschere e sull'ironia, alcune citazioni da opere come Uno, nessuno e centomila o Il Fu Mattia Pascal, sono vere e proprie perle che possono anche aiutare a comprendere la personalità dell’autore e ciò che egli vuole comunicare al lettore. Con una semplice frase ad effetto, si può svelare il mondo che c’è dietro ad un’opera, quindi le giuste citazioni possono essere utili anche per riconoscere un romanzo al volo o per i vostri studi.
Bene, tuffiamoci allora nel modo di Luigi Pirandello.

aforismi pirandello e frasi sulla machera

PIRANDELLO  FRASI CELEBRI

Pirandello ha scritto molte opere, è stato un autore poliedrico e ha indagato a fondo sentimenti e atteggiamenti dell’uomo moderno. Sono tante le citazioni celebri dello scrittore siciliano, noi ne abbiamo scelte 5, quelle che riteniamo più rappresentative del suo modo di concepire la vita e la letteratura:

  • Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti… (Uno nessuno centomila)
  • Riponi in uno stipetto un desiderio: aprilo: vi troverai un disinganno. (Novelle per un anno)
  • Abbiamo tutti dentro un mondo di cose: ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch'io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me; mentre chi le ascolta, inevitabilmente le assume col senso e col valore che hanno per sé, del mondo com'egli l'ha dentro? Crediamo di intenderci; non ci intendiamo mai! (Sei personaggi in cerca d’autore)
  • Trovarsi davanti a un pazzo sapete che significa? Trovarsi davanti a uno che vi scrolla dalle fondamenta tutto quanto avete costruito in voi, attorno a voi, la logica di tutte le vostre costruzioni. (Enrico IV)
  • Un’ora breve di dolore c’impressiona lungamente; un giorno sereno passa e non lascia traccia. (L’esclusa)

FRASI PIRANDELLO UNO NESSUNO CENTOMILA

Entrando più nel dettaglio, poi, Uno, nessuno e centomila è di certo una fonte inesauribile di citazioni e frasi che fanno riflettere. Ve ne proponiamo alcune tra le più famose:

  • La vera solitudine è in un luogo che vive per sé e che per voi non ha traccia né voce, e dove dunque l'estraneo siete voi
  • Una realtà non ci fu data e non c'è, ma dobbiamo farcela noi, se vogliamo essere: e non sarà mai una per tutti, una per sempre, ma di continuo e infinitamente mutabile.
  • La facoltà d'illuderci che la realtà d'oggi sia la sola vera, se da un canto ci sostiene, dall'altro ci precipita in un vuoto senza fine, perché la realtà d'oggi è destinata a scoprire l'illusione domani. E la vita non conclude. Non può concludere. Se domani conclude, è finita.
  • C’è una maschera per la famiglia, una per la società, una per il lavoro. E quando stai solo, resti nessuno.
  • Non mi conoscevo affatto, non avevo per me alcuna realtà mia propria, ero in uno stato come di illusione continua, quasi fluido, malleabile; mi conoscevano gli altri, ciascuno a suo modo, secondo la realtà che m’avevano data; cioè vedevano in me ciascuno un Moscarda che non ero io non essendo io propriamente nessuno per me: tanti Moscarda quanti essi erano.

FRASI IL FU MATTIA PASCAL

Tra i romanzi più celebri di Pirandello ovviamente non possiamo non considerare abcge Il fu Mattia Pascal e , quindi, annotare qualche frase e citazione da ricordare. Nel dubbio, ve le riproponiamo, ecco alcune frasi e pensieri tratte da Il fu Mattia Pascal:

  • Il male della scienza, guardi, signor Meis, è tutto qui: che vuole occuparsi della vita soltanto.
  • Folle! Come mi ero illuso che potesse vivere un tronco reciso dalle sue radici?
  • Ma aveva un cuore, quell'ombra, e non poteva amare; aveva denari, quell'ombra, e ciascuno poteva rubarglieli; aveva una testa, ma per pensare e comprendere ch'era la testa di un'ombra, e non l'ombra d'una testa. Proprio cosi!
  • Potei sperimentare che l'uomo, quando soffre, si fa una particolare idea del bene e del male, e cioè del bene che gli altri dovrebbero fargli e a cui egli pretende, come se dalle proprie sofferenze gli derivasse un diritto al compenso, e del male che egli può fare a gli altri, come se parimenti dalle proprie sofferenze vi fosse abilitato. E se gli altri non gli fanno il bene quasi per dovere, egli li accusa, e di tutto il male ch'egli fa quasi per diritto, facilmente si scusa.
  • Ma la causa vera di tutti i nostri mali, di questa tristezza nostra, sai qual è? La democrazia, mio caro, la democrazia, cioè il governo della maggioranza. Perché, quando il potere è in mano d'uno solo, quest'uno sa d'esser uno e di dover contentare molti; ma quando i molti governano, pensano soltanto a contentar se stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa; la tirannia mascherata da libertà.

PIRANDELLO: VITA E RIASSUNTI DELLE NOVELLE

Che ne dite di rispolverare qualche approfondimento utile per studiare Pirandello? Ecco le nostre risorse:

Ecco i nostri approfondimenti per studiare vita e opere di Luigi Prandello:

Qui invece trovi i nostri riassunti delle novelle di Pirandello:

PIRANDELLO: RIASSUNTI DEI ROMANZI

Se non hai letto le opere, i romanzi e i libri dello scrittore siciliano affidati a noi! Ecco i nostri appunti: