Il cervello delle ragazze è più attivo: lo rivela uno studio

Una ricerca, pubblicata sulle pagine del “Journal of Alzheimer’s Disease” e basata su 46mila immagini che riprendevano la funzionalità dell’organo cerebrale di ben 119 volontari con un’attività cerebrale sana e su 26mila persone affette da disturbi psichiatrici ha rivelato che il cervello delle donne ha un’attività più intensa rispetto a quella maschile, nelle zone interessate dal controllo degli impulsi e nella gestione delle emozioni.

Leggi anche:

Il cervello delle ragazze è più attivo: i dettagli

Cosa vuol dire nella pratica? In breve dalle immagini il cervello delle donne in attività, realizzata attraverso la tecnica della “Tomografia a emissione di fotone singolo”, è stato desunto che alcune aree del cervello femminile  hanno un afflusso maggiore di sangue rispetto alle stesse zone nel cervello dei maschi. Tra le zone coinvolte c’è la corteccia prefrontale, l’area in cui sono collocati i circuiti nervosi che agiscono controllando determinati comportamenti come l’empatia, la collaborazione con gli altri, l’intuizione e la capacità di autocontrollarsi.

Il cervello delle ragazze è più attivo: le conclusioni dello studio

La ricerca è stata particolarmente utile per gli esperti che studiano le differenze tra il cervello delle donne e quello degli uomini, ma soprattutto di comprendere l’origine dei disturbi della psiche che spesso si manifestano in maniera diversa tra maschi e femmine; insomma tra gli svantaggi ci sarebbe una certa propensione allo sviluppo di alcuni disturbi come l’ansia. Più attive sì… ma non sempre nel modo giusto.

Leggi anche: