Il sudore ci appiccica di Francesco Gabbani: uscita

Il sudore ci appiccica” è il nuovo singolo di Francesco Gabbani pronto a diventare uno dei tormentoni dell’estate 2020. Il video ufficiale è stato girato a Cremona ed è disponibile su Youtube: “Il sudore ci appiccica è il mio primo set dopo il lockdown. Dopo che Francesco mi disse che desiderava un video che fosse una risposta positiva al periodo difficile appena affrontato, ho pensato che sarebbe stato azzeccato raccontare visivamente il passaggio dalla solitudine immobile ed annoiata nelle nostre case fino ad un’ esplosione di colori e condivisione all’aria aperta. Il video in questo senso è un crescendo, in cui il Gabbani più eccentrico stimola e gioca con la sua parte più seria fino ad amalgamarsi. Un po’ come forse abbiamo fatto noi nei mesi scorsi, chiusi in casa per ripararci dai rischi, mentre l’altra parte di noi continuava a sognare di essere altrove”, ha detto il regista Fabio Capalbo.

Il sudore ci appiccica di Francesco Gabbani: uscita, testo e significato

Il sudore ci appiccica di Francesco Gabbani: significato

In questo nuova canzone il sudore non viene immaginato solo come fatica, ma rappresenta la condivisione tra le persone e diventa un fattore piacevole, un elemento di gioia, in un periodo storico in cui la separazione forzata ha portato a così tanta sofferenza.

Il sudore ci appiccica di Francesco Gabbani: testo

Ecco il testo ufficiale de “Il sudore ci appiccica” di Francesco Gabbani:

Fra l’altro ti volevo dire
La vita non è male
Per quanto stare bene non sia poi così normale
Sorriso in faccia finte in ventre lacrime innocente
Cos’è che conta veramente se la gente
(Odia la gente)
Fra l’altro ti volevo dire che la vita non è male (oh, yeah)
Fra l’altro cosa ci vuoi fare
Sopra a queste scale un po’ si scende un po’ si sale
Pertanto probabilmente
Il numero uno non conta niente
Comunque non conta più niente
Se invece di darsi la gente prendeE comunque si balla
Come bolle nell’aria
E si tagga la faccia
Che è riaperta la caccia
E comunque si bacia
L’italiana banana
Cuori impavidi a galla
Culi sigari e Avana, banana
Bacia bacia, picchia picchia
Bacia e picchia
Il sudore ci appiccica
Il sudore ci appiccica
AccipicchiaFra l’altro l’altro giorno mi sentivo quasi un altro
Invece son lo stesso dalla fine di un amplesso
I genitori fanno i figli e i figli i genitori
Sul letto sotto un tetto tutti dentro (e tutti fuori)
Fra l’altro ti volevo dire che la vita non è male (oh, yeah)
Amico cosa mi fai fare
Rubi rubi rubi poi ci tocca ripagare
Che tanto sicuramente il ladro più furbo non ruba niente
Arriva sorride si gira tradisce e alla fine sparisceE comunque si balla
Come bolle nell’aria
E si tagga la faccia
Che è riaperta la caccia
E comunque si bacia
L’italiana banana
Cuori impavidi a galla
Culi sigari e Avana, banana
Bacia bacia, picchia picchia
Bacia e picchia
Il sudore ci appiccica
Il sudore ci appiccica
AccipicchiaTuttavia voglio andare via ma non trovo la stazione
Scapperò con un aquilone che mi aspetta sul portone
Tuttavia qui da casa mia vedo poco la nazione
Vedo molto bene bananine e bananoneE comunque si balla
Come bolle nell’aria
E si tagga la faccia
Che è riaperta la caccia
E comunque si bacia
L’italiana banana
Cuori impavidi a galla
Culi sigari e Avana, banana
Bacia bacia, picchia picchia
Bacia bacia, picchia picchia
Bacia bacia, picchia picchia
Baci, picchia
Il sudore ci appiccica
Il sudore ci appiccica
AccipicchiaFra l’altro ti volevo dire
No niente