Dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 2022, il CT Roberto Mancini ha già cominciato a riorganizzare e ristrutturare la rosa della nazionale italiana di calcio in vista della Nations League. Tra le scelte dell’allenatore non mancano i giovanissimi, convocati per la prima volta con la maglia azzurra. Tra questi, spiccano l’attaccante Wilfried Gnonto e il difensore Giorgio Scalvini.

Per i due ragazzi sarà un periodo importante, denso di prove di iniziazione: nel giro di pochissimo tempo, non solo dovranno affrontare il debutto in nazionale, ma dovranno anche sostenere l’esame di Stato per la maturità 2022.

Vediamo insieme chi sono.

Wilfried Gnonto

Wilfried Gnonto si è trasferito da poco in Svizzera per seguire gli allenamenti della sua nuova squadra, lo Zurigo. Un trasferimento certo non facile, per il ragazzo: Gnonto ha dovuto rinunciare alla sua squadra del cuore, l’Inter, dove però la grande concorrenza lasciava poco margine di manovra per un giovanissimo come lui. È per questo che l’attaccante ha coraggiosamente deciso di ricominciare da zero e di trasferirsi in Svizzera per avere più spazio e farsi notare. E a quanto pare il tempo gli ha dato ragione. Sono infatti bastate due stagioni con la maglia dello Zurigo per guadagnarsi l’affetto e la stima della società e dei tifosi.

Wilfried Gnonto ha frequentato per tre anni il liceo classico. Qui ha sviluppato una forte passione per il latino, tanto che gli amici lo avevano soprannominato “il latinista”.  Le esigenze legate al lavoro, però, lo hanno portato poi a iscriversi al liceo scientifico sportivo, dove ha terminato gli studi a distanza, dato il suo trasferimento in Svizzera. Adesso, è arrivato il momento per lui di affrontare una nuova sfida: a breve, dovrà sostenere l’esame di Stato per la maturità 2022.

Giorgio Scalvini

Giorgio Scalvini è stato il giocatore più giovane della Serie A durante la stagione 2021-2022. Il difensore centrale bergamasco, dopo un’ottima e costante prestazione con la maglia dell’Atalanta, ha attirato l’attenzione dell’allenatore della nazionale italiana, Roberto Mancini, per poi guadagnarne anche la fiducia. Stupito dalle doti del giovane difensore, il CT della nazionale ha infatti deciso di convocarlo nella rosa degli azzurri, per disputare le partite della Nations League. Un traguardo assolutamente non da poco per un ragazzo di diciotto anni.

Anche Giorgio Scalvini, come il suo coetaneo Wilfried Gnonto, a breve dovrà affrontare la prova dell’esame di Stato per aggiudicarsi finalmente il diploma. Come ha affermato ai microfoni di Sky Sport, la sua intenzione è quella di iscriversi successivamente all’università, più nello specifico alla facoltà di Chimica.

 

Forse può interessarti anche: