Biografia di Winston Churchill

Winston Churchill è considerato uno dei migliori leader politici inglesi della prima metà del secolo scorso. In particolare, conoscete il suo nome in quanto ha avuto un ruolo fondamentale durante la Seconda Guerra Mondiale, proprio nel momento in cui sembrava che tutti gli eventi volgessero a favore della Germania Nazista. E invece, il primo ministro inglese è riuscito non solo a sconfiggere Hitler insieme a tutto l’esercito tedesco, ma anche a riaffermare il ruolo di potenza imperiale dell’Inghilterra. Scopriamo di più su questo personaggio ripercorrendo le tappe della sua vita.

Non perderti: Cause della Seconda Guerra Mondiale: schema e sintesi

Winston Churchill, biografia breve

Winston Leonard Spencer Churchill nasce nel 1874 a Blenheim Palace, dell’Oxfordshire in una famiglia aristocratica. Presta servizio in India come ufficiale di cavalleria e nel 1898 partecipa alla campagna in Sudan. Partecipa poi alla guerra anglo-boera e, dopo essere stato fatto prigioniero nel 1900, riesce a fuggire. Ritornato in patria viene eletto deputato conservatore, mentre nel 1906 diventa sottosegretario alle Colonie e tra il 1908 e il 1911 ricopre il ruolo di Ministro del Commercio e degli Interni. Nel 1911 ricopre la carica di primo lord dell’Ammiragliato. Durante la prima guerra mondiale viene sconfitto dai Turchi nella battaglia dei Dardanelli e in seguito viene nominato Ministro della Guerra e Ministro delle Colonie.  Nel 1924 diventa cancelliere dello Scacchiere e sostiene una politica antisindacale, mentre nel 1929, mostra un certo disprezzo per Gandhi e una forte ammirazione per Benito Mussolini.

Churchill nella seconda guerra mondiale

Tuttavia, quando Hitler e Mussolini dopo il 1933 attuano una politica più minacciosa, Churchill capisce che occorre contrastare il nazismo. Nel maggio 1940, quando durante la seconda guerra mondiale la Francia viene sconfitta, Churchill diventa primo ministro inglese e persegue un unico scopo: quello di sconfiggere definitivamente Fascismo e Nazismo. La guerra si conclude nel 1945 con una netta vittoria ottenuta soprattutto grazie a Churchill. Insieme a Roosevelt e Stalin organizza il futuro delle nazioni dopo il secondo conflitto mondiale.

Winston Churchill, ultimi anni di vita

Tuttavia, nonostante il successo,  nel 1945 Churchill e i conservatori vengono sconfitti alle elezioni. Di Churchill ricordiamo anche l’espressione “cortina di ferro” (1946), usata per indicare la divisione tra i sovietici e l’occidente durante la guerra fredda. Torna al governo nel 1951, ma si ritira perché malato nel 1955. Muore a Londra nel 1965.