Petting: tutto quello che c’è da sapere

Chi di voi pensa che il sesso sia un tabù si sbaglia di grosso, nell’era della comunicazione, nell’era telematica, tutto a portata di click il sesso, il romanticismo, l’amore non dovrebbero essere assolutamente un tabù, anzi se ne dovrebbe parlare in modo sempre riservato, tenendo per sé le cose più belle e più intime, ma in modo pulito, chiaro e tranquillo. Fin dalle scuole medie ci sono delle ore dedicate appositamente a questo determinato argomento, lezione che viene chiamata anche “educazione sessuale“. Nonostante questo, nonostante la continua informazione, nonostante il progresso, i network e i social l’argomento “sesso” crea sempre un po’ d’imbarazzo, generando cosi cattiva informazione e sempre più  punti interrogativi a cui è difficile rispondere. Oggi parleremo di un argomento delicato, quale può essere il petting chi di voi sa in cosa consiste? E come si fa? Affronteremo l’argomento spiegando principalmente cos’è e i pro di queste “effusioni” pre “consumazione” (detto in modo simpatico)!

Non perdete: 5 cose che hai sempre creduto vere sul sesso

Che cos’è il Petting?

La parola petting deriva dal verbo inglese to pet (che in origine indica il gesto con cui un essere umano “coccola” un cane o un gatto – pets sono appunto animali domestici – per esempio accarezzandone il pelo). Per estensione, questo termine è utilizzato in campo romantico-sessuale per il  reciproco accarezzarsi e abbracciarsi fra esseri umani. Consiste in abbracci, baci e carezze intime  che stimolano e agevolano l’eccitazione sessuale e che spesso preparano al rapporto sessuale vero e proprio. Fanno parte delle pratiche di petting: il bacio, la masturbazione reciproca e il sesso orale, definiti per l’appunto preliminari. Si può parlare anche di “heavy petting” che si riferisce a modi molto pesanti di fare i cosiddetti preliminari con contenuto erotico sempre senza penetrazione. Le coppie giovanissime praticano molto il petting, e corrisponde anche alla scoperta della sessualità propria e del partner. Comunque importante è anche sfatare i miti che ci sono dietro queste pratiche, che non assolutamente veri!

Che cos’è il Petting: i miti da sfatare

Si pensa, che le pratiche del petting possano portare a dei rischi e delle eventuali ripercussioni problematiche, questo non è assolutamente vero. Ecco i principali miti da sfatare:

Non è vero che:

  1. Non si resta incinta: si può rimanere incita solo se con le mani sporche di sperma ci si avvicina molto all’organo genitale femminile. E’ quindi bene stare sempre attenti ed eventualmente usare un preservativo per il petting più intimo!
  2. Non si perde per forza la verginità: generalmente con il petting questo non avviene, anzi solo attraverso la penetrazione, però bisogna stare molto attenti ad alcuni movimenti particolarmente vigorosi e profondi possono invece lacerare l’imene, che si trova a circa 3 cm di profondità.

Quindi ragazze, ragazzi, informatevi bene su questi argomenti del tutto delicati, e non sottovalutate mai nulla!

Come fare sesso: i nostri consigli

Ecco le risposte alle vostre domande sul sesso. Scoprite tutto quello che ancora non sapete: