SERIE TV DA VEDERE: 7 FAN THEORY DA PERDERE LA TESTA. Strana sorte quella delle serie tv più famose al mondo. Se ci pensate bene parte del loro successo deriva proprio dall'attenzione al dettaglio nella costruzione di un universo narrativo coerente e cose portata avanti dagli sceneggiatori.
Ebbene, uno dei segni più inequivocabili della popolarità di una serie è proprio il proliferare di teorie architettate dai fan per spiegare alcuni punti oscuri nella storia, o semplicemente per divertimento, allo scopo di creare collegamenti che in alcun modo troverebbero una giustificazione a un esame più ravvicinato.

Scopri anche tutto sul Catalogo Netflix

serie tv da vedere fan theory

SERIE TV DA VEDERE: LE FAN THEORY ESILARANTI. Ma per l'appunto le fan theory sono esilaranti e intossicanti quando convincono, basta non prenderle troppo sul serio. Vediamo 7 delle nostre preferite.

  • Willy il principe di Bel-Air: una teoria piuttosto convenzionale prevede che l'intera sit-com altro non sia che un viaggio in Paradiso del protagonista, morto durante la rissa mostrata nella celebre sigla rappata. Ecco spiegato il motivo della ricchezza degli zii, e anche le rarissime visite dei suoi genitori potrebbero essere viste come le visite di questi alla sua tomba. In pratica Willy diventa a poco a poco una persona migliore in attesa di essere assunto in Cielo.
  • Breaking Bad: come tutti sapranno, Bryan Cranston aveva recitato in precedenza nella serie Malcolm in the Middle nei panni del padre del protagonista. Secondo alcuni fan il geniale teenager eponimo sarebbe diventato Walter White, cambiando nome in omaggio del nonno che lo aveva sempre sostenuto. Si spiegherebbe anche la somiglianza tra Malcolm e Walter, essendo il primo geneticamente destinato ad assomigliare molto a suo padre.
  • Sherlock: l'investigatore più intelligente del mondo sarebbe un antenato di Mr. Spock di Star Trek. La teoria deriva da due citazioni incrociate inattaccabili. Infatti nel quarto film della saga Spock afferma che un suo avo disse che “se si elimina tutto l'impossibile, ciò che rimane, per quanto improbabile, sarà la soluzione”. L'aneddoto viene ribaltato nel serial della BBC quando Watson, ascoltando la frase pronunciata dal suo geniale sodale, la attribuisce erroneamente proprio al vulcaniano!
  • Dr. House: il medico scorbutico interpretato da Hugh Laurie potrebbe essere il protagonista della serie Doogie Howser, da grande. Il ragazzino che aveva le fattezze di un giovanissimo Neil Patrick Harris era un piccolo prodigio che a 10 anni era già dottore. In parte la teoria è smentita da How I Met Your Mother, che fa fare un riferimento esplicito alla serie proprio a Barney.  
  • Agent Carter: soap opera in casa Marvel, in realtà non così improbabile. Peggy Carter, la protagonista dello show, sarebbe la vera madre di Tony Stark. Prove certe non ce ne sono, ma il padre di questi, Howard, è mostrato più volte flirtare con Peggy. Certo, forse essere un playboy è una caratteristica di famiglia…
  • Game of Thrones: secondo questa teoria molto complicata e molto fantasiosa Brian Stark sarebbe Brandon il Costruttore, uno dei suoi antenati. Come sappiamo Brian è in grado di viaggiare nel tempo, anche se non sono noti i limiti del suo potere. Se egli fosse il fondatore della casa degli Stark, nonché il costruttore della Barriera, allora sarebbe spiegato il motivo dell'odio feroce del Re della Notte, che vorrebbe evitare l'edificazione di una difesa ancora più impenetrabile.
  • La signora in giallo: questa è davvero un classico, ma d'altro canto la logica è ferrea. Possibile che Jessica Fletcher si imbatta in omicidi e morti sospette ovunque si rechi? E come spiegare le 274 morti avvenute a Cabot Cove in pochi anni? E cosa sappiamo del marito morto della protagonista? Nulla! Allora forse la simpatica vecchietta è davvero il peggior serial killer della storia…

Non perderti: Come trovare una bella serie tv da vedere

(Foto: Sherlock; Courtesy: BBC One – Gif: Sherlock; Courtesy: Tumblr e Giphy)