Esame di Maturità 2018: come prepararsi dal primo giorno

Il primo giorno di scuola è ormai alle porte e per molti di voi questo sarà un anno speciale: dovrete essere super concentrati e attenti fin dall’inizio, in quanto a giugno dovrete sostenere le prove della Maturità 2018. Paura eh? C’è chi ancora non ci pensa e si gode tranquillo gli ultimi giorni di vacanza, c’è chi invece sta già riflettendo sull’argomento della Tesina e a quale sarà la materia della seconda prova. E poi le tracce di prima prova, le domande di terza prova, i commissari esterni, l’esame orale… Insomma, quasi quasi il cervello sta per esplodere! Fermatevi un attimo e fate un lungo e profondo respiro… Ancora manca tanto e avrete un lungo anno scolastico per organizzare lo studio e prepararvi psicologicamente all’Esame di Stato. E noi di StudentVille saremo con voi in questa nuova ed emozionante avventura, quindi vogliamo inaugurare l’anno scolastico 2017/2018 dandovi alcuni preziosi consigli su come iniziare con il piede giusto: continuate a leggere!

Non perderti:

Primo giorno di scuola: come affrontarlo in vista della Maturità 2018

Ancora non ci credete, ma siete già studenti di quinto! I cinque anni passati insieme ai vostri compagni, tra gioie e dolori, tra risate e qualche piccola lacrimuccia stanno ormai volgendo al termine. E’ importante allora non perdersi nemmeno un minuto di tutto quello che accadrà in classe, ma soprattutto il vostro obiettivo è quello di arrivare sani e salvi fino al giorno della prima prova. Quindi, ecco i nostri consigli per il primo giorno di scuola:

  • Cercate di avere tutto il materiale che serve: dal diario alle penne, dai quaderni ai libri, cercate di avere già tutto quello che vi occorre per studiare, prendere appunti e fare i compiti, così da non perdere del tempo prezioso.
  • Date una buona impressione agli insegnanti: dimostratevi seri e volenterosi fin dal primo giorno, visto che i vostri insegnanti vi presenteranno agli esami con dei voti e alcuni di loro saranno in commissione. E dato che non conoscete i commissari esterni è importante che abbiate dalla vostra parte i docenti interni.
  • Vestitevi in modo educato: dimostrarsi seri significa anche avere un abbigliamento consono all’ambiente. Quindi, niente pancia di fuori, jeans troppo strappati e abbigliamento trasandato!
  • Divertitevi: sempre nel limite e nel rispetto di chi vi sta intorno, godetevi quest’ultimo anno insieme ai vostri compagni di classe. Studiate insieme, organizzate uscite, feste, aiutatevi a vicenda: tra qualche anno avrete un ricordo bellissimo dei momenti trascorsi insieme.

Maturità 2018: come organizzare lo studio fin dal primo giorno

Affrontate quindi l’anno scolastico con serenità, ma non perdete di vista il vostro obiettivo, che è quello di arrivare all’Esame di Maturità 2018 preparati. La primissima cosa da fare è iniziare con il piede giusto organizzando lo studio e cercando di non rimandare nulla. Ecco qualche consiglio per evitare di arrivare a giugno con l’acqua alla gola:

  • State sempre attenti e prendete appunti: ricordate che tutto quello che fate ora sarà solo a vostro vantaggio. Se state attenti durante le lezioni e prendete appunti, studierete di meno a casa e avrete già pronti i riassunti per ripassare per gli esami.
  • Studiate un po’ alla volta: non lasciate niente in sospeso e soprattutto non studiate tutto il giorno prima di un’interrogazione o di un compito in classe. Se studiate un po’ alla volta non solo avrete più tempo, ma soprattutto assimilerete meglio i concetti e non dovrete fare troppi sforzi quando ripasserete per le prove di Maturità.
  • Lavorate alla tesina fin da subito: la tesina vi occuperà molto tempo, quindi è importante iniziare il prima possibile. Pensate ad un argomento che potrebbe piacervi, date un’occhiata ai collegamenti da inserire e iniziare a fare qualche ricerca, cercando di completare il tutto entro il mese di maggio. Vi sarete tolti un bel peso e a giugno dovrete solo pensare al ripasso!
  • Allenatevi nelle 3 prove scritte: iniziate fin da ora, più vi eserciterete e più sarete precisi nello svolgimento delle tracce. Per quanto riguarda la prima prova allenatevi con tutte le tipologie di traccia, individuando quella in cui vi sentite più sicuri ma non trascurando tutte le altre. Riguardo alla seconda prova, allenatevi nelle materie d’indirizzo e nel momento in cui uscirà la disciplina scelta per la seconda prova 2018 concentratevi solo su quella. Riguardo alla terza prova invece per prima cosa dovete studiare bene gli argomenti studiati durante l’anno e poi provare a rispondere ad alcune tipologie di quesiti.
  • Cercate di prendere voti alti alle interrogazioni: ricordate che sarete presentati all’esame con un pacchetto di crediti acquisiti durante il triennio. Se gli anni passati vi siete impegnati poco adesso è il momento di recuperare qualcosa e cercare di raggiungere un numero di crediti più alto, così da ottenere un buon voto di Maturità.

Tieni sotto controllo il calendario completo: Calendario scolastico 2017/2018