ORAZIO: OPERE E VERSIONI TRADOTTE

Il latino: che tragedia greca! Per fortuna, abbiamo per voi una soluzione a portata di mano se avete difficoltà con le traduzioni e il latino è un vero incubo, soprattutto quando si tratta di dover fare una versione. Infatti oggi vi proponiamo un kit salva compiti con la vita, le opere e le versioni tradotte di Orazio, utile per le prove a scuola, per i compiti a casa e per le interrogazioni.
Per facilitare lo studio abbiamo pensato di proporvi tutte le nostre risorse a disposizioni di questo autorem, una delle più note e importanti figure del mondo romano. Troverete tutto quello che vi serve per la scuola: dalla sua biografia alle sue opere e soprattutto alcune versioni già tradotte dal latino all’italiano.

Cerchi un aiuto per l'Esame di Maturità? Leggi:

Orazio: opere e versioni tradotte

ORAZIO: SCHEDA BIOGRAFICA

Nome Completo: Quinto Orazio Flacco

Data di Nascita: 8 Dicembre 65 a.C. (Venosa) 

Data di Morte: 27 Novembre 8 a.C. (Roma)

Influenze: Saffo, Epicuro, Filodemo di Gadara

ORAZIO: LA VITA

La vita di Orazio è ricostruibile in maniera precisa attraverso la biografia a lui dedicata da Svetonio e alla sua stessa testimonianza, poiché è lo stesso poeta a fornirci tracce della sua stessa esistenza parlando continuamente di sé nelle sue opere. Ecco le fasi salienti della sua vita:

  • 65 a.C.: Quinto Orazio Flacco nasce a Venosa, in Apulia; è educato a  Roma per desiderio del padre, un liberto esattore di vendite all'asta, per frequentare le scuole del ceto benestante
  • A vent’anni si reca ad Atene, a completare gli studi di retorica, di filosofia e di morale presso Cratippo di Pergamo
  • 44 a. C.: con l'uccisione di Cesare e la fuga in Grecia di Bruto, Orazio, sostenitore della causa repubblicana, si schiera dalla parte di Bruto
  • 42 a. C.: col grado di tribuno militare partecipa alla battaglia di Filippi contro Ottaviano e Antonio rimanendo travolto dalla disfatta
  • 39 a.C.: trascorre un periodo di esilio forzato a causa della sconfitta e torna a Roma grazie all’amnistia. Qui scopre che il padre è morto e le terre confiscate
  • 38 a. C.: per un periodo, costretto da ristrettezze economiche, ci adatta a fare lo scrivano presso un questore e a poetare. In questo anno entra in contatto con Virgilio e Vario ed è introdotto presso Mecenate, di cui diventa intimo amico
  • 37 a.C.: è nel gruppo degli amici che accompagnano Mecenate a Brindisi per un tentativo di riconciliazione fra Antonio e Ottaviano. Mecenate gli fa in dono una villa nella campagna sabina; là vive la maggior parte del tempo, anche se si reca spesso a Roma
  • 35 a.C.:  pubblica il primo libro delle Satire
  • 30 a.C.: esce il secondo libro delle Satire e inizia la composizione delle Odi
  • 23 a.C.: sonopubblicati i primi tre libri dei carmi lirici; poi il poeta torna ai metri e in parte ai temi delle Satire con un libro di Epistole, compiuto verso il 20
  • 17 a.C.: anno dei giochi secolari: Orazio è incaricato da Augusto a comporre l'inno ufficiale (Carmen saeculare); segue un quarto libro di odi e un secondo di epistole
  • 8 a. C., 27 novembre: muore pochi mesi dopo Mecenate, e accanto a lui viene sepolto sull'Esquilino.

ORAZIO: LE OPERE

Orazio è considerato uno dei maggiori poeti dell'età antica, nonché maestro di eleganza stilistica. L'attività poetica richiama essenzialmente tre generi:

  • la satira esametrica
  • la poesia giambica
  • la poesia lirica

Orazio è citato nell'Inferno di Dante nel Limbo, al verso 89 del Canto IV. Molte delle sue frasi sono diventate modi di dire ancora in uso: esempi sono carpe diem, nunc est bibendum e aurea mediocritas. Scopriamo la produzione letteraria di Orazio:

  • Epodi: Epodon libri o Iambi, come li definisce l'autore: sono 17 componimenti, pubblicati nel 30 a.C.
  • Satire: Saturae o Sermones, come li definisce Orazio: in due libri che comprendono 18 satire, scritte tra il 41 e il 30 a.C.: il I libro (10 satire) è dedicato a Mecenate e pubblicato tra il 35 e il 33 a.C., mentre il II libro (8 satire) è pubblicato nel 30 a.C. insieme agli Epodi
  • Odi: Carmina: in tre libri con 88 componimenti, pubblicati nel 23 a.C. Un quarto libro con altri 15 componimenti viene pubblicato intorno al 13 a.C.
  • Epistole, in due libri. Il I libro comprende 20 lettere composte a partire dal 23 e pubblicate nel 20 a.C., con dedica a Mecenate, mentre il II libro, con tre lettere, scritto tra il 19 e il 13 a.C., comprende l'epistola ai Pisoni, o Ars Poetica in 476 esametri
  • Carmen saeculare; del 17 a.C., scritto per incarico di Augusto e destinato alla cerimonia conclusiva dei ludi saeculares.

ORAZIO: VERSIONI TRADOTTE

Abbiamo tradotto per voi alcune versioni tra le più note e più studiate a scuola. Eccole:

Se non hai trovato le traduzioni che cercavi guarda qui: