Lettering: tutte le info

Oggi parliamo di un nuovo termine che è lettering e andiamo a scoprire il suo significato e la sua applicazione. E’ importante farsi una propria cultura, scoprire tutto quello che non conosciamo per poter essere informati su tutto e sapere sempre di cosa si sta parlando. L’ambito in cui si inserisce questo termine inglese è quello che riguarda la scrittura, ma è necessario fare attenzione e non confondere tale termine con quelli di calligrafia e tipografia. Confondere i termini, e quindi sbagliare, è molto semplice e per questo motivo andiamo ad approfondire la questione stabilendo chiaramente cos’è il lettering e vi consigliamo 5 esercizi per imparare.

Lettering: di cosa si tratta

Se prendiamo i significati del termine inglese lettering che potete trovare sui dizionari, le definizioni che troverete sono:  “scrittura”, “iscrizione” e “scritto”, ma anche di “caratteri”. Tali definizioni, tuttavia, creano confusione in quanto riguardano tutti lo stesso ambito, ma presi singolarmente hanno significati diversi. Il lettering ha un significato ben più profondo e complesso, in quanto tale parola definisce un vero e proprio studio delle lettere per la realizzazione del loro disegno, definendone così una funzione artistica a tutti gli effetti, e non di mera scrittura. Le lettere disegnate devono avere il principio di perfetta riproducibilità; ogni carattere dovrà avere la caratteristica di poter essere riprodotto in qualsiasi momento in modo identico, presupponendo così l’utilizzo di software grafici, di disegno digitale e di stampa. È proprio questo il tratto comune che rende la grafica e il lettering così uniti tra loro, e che lo distingue dalla calligrafia, in cui la realizzazione delle lettere è invece sempre frutto del disegno a mano libera, ed ha così una valenza prevalentemente artistica.

Lettering: esercizi e consigli per imparare

Se volete cimentarvi in questa nuova attività, è preferibile seguire qualche piccolo consiglio. Innanzitutto scopriamo quali sono gli strumenti di cui avrete bisogno e sono: matite, penne a china e taccuini di carta su cui potrete realizzare le vostre bozze. E ora passiamo agli esercizi:

  1. Scrivere l’alfabeto (in corsivo) fino a che il ritmo della china o della matita non torni ad essere naturale;
  2. Capire la differenza fra gli elementi di ogni lettera (serif/sans-serif, le altezze della x, tratti ascendenti e discendenti, decorazioni, ecc.) e come interagiscono fra loro;
  3. Se vi piace lo stile script, imparare la calligrafia di base vi sarà di grande aiuto;
  4. Stringere forte la penna o la matita e applicare troppa pressione farà stancare la mano molto più rapidamente e le vostre linee e lettere diventeranno forzate, rilassate la presa e seguite il flusso;
  5. La variazione di pressione sulla penna porterà a linee di spessore variabile che conferiranno al vostro lavoro una maggior dimensionalità.

Leggi anche: