Cosa vedere a Cipro e a Nicosia

Cipro, dopo la Sicilia e la Sardegna è la terza isola più grande del Mar Mediterraneo. Si trova a sud della penisola anatolica poco distante dalle coste del Vicino Oriente. Il suo territorio è diviso in due parti: la Repubblica di Cipro e la Repubblica di Cipro Nord, sotto il controllo turco. Una parte di territorio, inoltre, è sotto la giurisdizione del Regno Unito: parliamo delle basi militari di Dhekelia e Akrotiri. La capitale di Cipro è Nicosia: se hai intenzione di visitare l’isola e in particolare Nicosia, ecco i nostri consigli su dove andare e cosa vedere.

Potrebbe interessarti: Isole italiane più belle

Cipro: cosa visitare e cosa fare

La parte più popolata e turistica dell’isola è essenzialmente la parte che si trova a sud, ovvero la Repubblica di Cipro. La parte nord, invece, sotto il controllo della Turchia, è meno sviluppata e più “selvaggia”. L’isola, in ogni caso, è ricca dal punto di vista storico artistico e paesaggistico. Ecco cosa dovete assolutamente visitare:

  • Castello di Pafos: castello medievale che ha difeso l’isola per secoli. Fu distrutto dai veneziani e in seguito restaurato dagli Ottomani.
  • Cappella di St Nicholas: la trovate a Protaras, città situata nella Cipro orientale. Qui trovate inoltre spiagge fantastiche, tra cui la Fig Tree Bay.
  • Capo Greko: si trova nel comune di Aya Napa e si tratta di un parco nazionale nonché località marittima con grotte da visitare e scogliere molto suggestive.
  • Grotte di Pafos: secondo il mito, a Pafos è nata Afrodite. Qui si trovano grotte e scogli davvero sensazionali, insieme a resti archeologici di grande importanza storica.
  • Casa di Teseo: Nel parco archeologico di Kato Pafos trovate la casa di Teseo, in cui c’è un mosaico che raffigura Teseo che attacca il Minotauro.
  • Aya Napa: una delle migliori spiagge del Mediterraneo, frequentata ogni anno da migliaia di turisti.

Cosa vedere a Nicosia

Volete fare una capatina nella capitale di Cipro? La città è divisa in due parti dalla Linea Verde, realizzata con mura, filo spinato e torrette militari per separare la parte greca a sud da quella turca a nord. Di conseguenza, potete visitare due mondi completamente diversi ma allo stesso tempo vicinissimi. Ecco qualche esempio:

  • Mura veneziane: per contrastare gli attacchi degli ottomani nel 1567 venne costruita una fortezza attorno alla città di Nicosia, costituita da 11 bastioni, una porta militare e 2 cancelli pubblici. Attualmente ci sono 5 bastioni nella parte turca e 5 in quella greca.
  • Porta Famagosta: è la porta militare delle Mura Veneziane, usata per conservare le munizioni militari. All’interno delle sue sale si tengono mostre.
  • Selimiye Moschea: originariamente chiesa ortodossa di Santa Sofia, fu poi trasformata in Moschea dopo la conquista ottomana.
  • Piazza Eleftherias: la parte principale della città, in cui si trova il Municipio dove si svolgono i principali eventi di Nicosia.

Non perdete: