Parco dei Mostri (Bomarzo): tutte le info

Oggi vogliamo andare alla scoperta della natura e dei parchi, in particolare a Viterbo dove si trova il parco dei mostri di Bomarzo. Se ci limitiamo a leggere “dei mostri”, finiamo per impressionarci, in realtà si tratta di uno dei più bei parchi al mondo ed è anche uno dei più caratteristici. Per presentarvelo al meglio, vogliamo raccontarvene la storia, dirvi come arrivare e quali sono gli orari. Se ci pensiamo bene, anche una gita fuori porta per visitare un parco rappresenta un buon motivo di svago e di relax; immergersi nel verde, nell’aria incontaminata e tra le bellezze che si nascondono nei parchi.

Non perderti: Parco Nazionale dello Stelvio: dove si trova e cosa vedere

Parco dei Mostri (Bomarzo): la storia

Quello che vi stiamo per presentare è un’area di fitto bosco in cui appaiono qua e là monumenti di pietra, inquietanti, paurosi, eccentrici che suscitano stupore ed emozione. La sua storia risale al 1552, quando il principe Vicino Orsini, incaricò Pirro Ligorio, di creare un giardino particolare. Un boschetto in cui le protagoniste sono enigmatiche sculture di tufo peperino: draghi, mostri, personaggi mitologici non bene identificabili, strani animali, sedili, obelischi, persino un tempietto funerario e una curiosa casetta pendente. Il tutto accompagnato da frasi incise nella roccia, indecifrabili al senso comune. Il parco rappresenta un’eccezione, rispetto agli altri parchi del mondo è contraddistinto da irregolarità e mancanza di prospettive; al suo interno alberi di vario genere: lecci, querce, carpini neri, olmi, castagni, noccioli.

Parco dei Mostri (Bomarzo): come arrivare

Il Parco dei Mostri (o Sacro Bosco o Villa delle Meraviglie) situato in località Giardino, Bomarzo (VT), è composto da 3 ettari (30.000 metri quadrati). Percorrendolo vi potrete imbattere in figure terrificanti, Proteo Glauco, bocca aperta sguardo terribile, sembra uscire arrabbiato dal terreno. Procedendo verso destra ci sono due giganti che lottano, Ercole e Caco, le statue più alte di tutto il parco. Proseguendo ci sono le figure della tartaruga, che sorregge sul dorso Nike, la vittoria alata, e della balena, fino ad arrivare alla fontana di Pegaso alato. Il Ninfeo, la grande vasca che si richiama allo stile greco-romano con scolpite le figura delle tre Grazie e di alcune Ninfe, e infine, nella parte orientale, la giganteggia una scultura di Venere su una grossa conchiglia. 

Parco dei Mostri (Bomarzo): orari

Gli orari sono: da aprile ad agosto, dalle 8.30 alle 19.00, da settembre a marzo, dalle 8.30 al tramonto, la visita al parco richiede alcune ore. Per quanto riguarda il costo dei biglietti: intero 10 euro, dai 4 ai 13 anni 8 euro, per i disabili non autosufficienti l’ingresso è gratuito. Noi vi consigliamo vivamente di visitarlo se siete nei paraggi e avete un pomeriggio libero; si tratta di un’esperienza particolare che non tutti i parchi del mondo offrono!

Leggi che: