FILM DI NATALE: IL GRINCH, UNO DEI NUOVI CLASSICI. In Italia forse non è ancora notissimo, ma il Grinch negli Stati Uniti è una delle figure più note collegate al Natale, quasi al pari di Santa Claus, di cui rappresenta il contraltare negativo. Non stupisce, quindi, che il personaggio creato nel 1957 dal Dr. Seuss, autore di racconti per bambini le cui opere sono diventate dei classici, sia il protagonista di uno dei nuovi film classici di Natale: Il Grinch, pellicola del 2000 firmata da Ron Howard e interpretata da uno strepitoso Jim Carrey nei panni dell'essere verde e peloso che odia il Natale. Il Grinch, deve infatti molta della sua riuscita alla grande prova dell’attore comico che qui dà sfoggio della propria esuberante fisicità, esaltata dal grande lavoro dei costumisti che realizzano un lavoro meraviglioso (non a caso premiato agli Oscar con una statuetta al miglior trucco) con un tuta che lo trasforma in un orrido peluche gigante.

CLASSICI FILM DI NATALE: LA TRAMA DE IL GRINCH. La storia de Il Grinch si svolge nel Paese immaginario di Chinonsò, abitato da strane creaturine molto simili agli esseri umani note come Nonsochi, che vanno pazze per il Natale e sembrano non fare altro che prepararsi alla festa. L'unico escluso da questo entusiasmo è proprio il Grinch, che vive isolato da tutti sul monte Briciolaio, dove si è rintanato da piccolo dopo una cocente delusione.
Il Grinch infatti non è originario di Chinonsò, ma è stato adottato da una coppia che lo ha trovato abbandonato in fasce. Fin da piccolo si trova a essere differente dagli altri a causa di un comportamento un po' troppo esuberante e della pelle verde, ma in fondo è buono come tutti.
Un giorno però viene deriso dall'intera scuola durante il periodo natalizio: tagliatosi la faccia nel tentativo di farsi la barba, il Grinch subisce un'umiliazione cocente proprio al cospetto di Martha May, di cui è innamorato. Da allora l'essere odia ferocemente il Natale, che gli ricorda proprio quell'evento.
Passano gli anni e la prima a contattare il Grinch è la piccola Cindy Lou, che venuta a sapere della sua esistenza lo invita alla festa di preparazione del Natale. Il Grinch si lascia convincere, sapendo di poter rivedere Martha May. Alla festa però questa gli regala un rasoio elettrico, scatenando la rabbia repressa del mostro, il quale inizia ad accusare i Nonsochi di badare solo ai regali, ignorando il significato profondo del Natale, e distrugge tutte le decorazioni.
Il Grinch pensa così di aver demolito lo spirito natalizio degli abitanti, ma si sbaglia. Ancora più furioso, la notte della vigilia escogita la propria vendetta e ruba tutti i regali, precipitando i Nonsochi nella disperazione totale. Questi accusano Cindy Lou di aver causato la tragedia, ma suo padre la difende spiegando che il Natale non significa solo dare e ricevere doni ma è soprattutto l'espressione dell'affetto per i propri cari. I Nonsochi capiscono il loro errore e iniziano a cantare pieni di gioia. Nel frattempo il Grinch sta tentando di distruggere tutta la refurtiva, ma l'arrivo della piccola Cindy che gli si è affezionata nonostante tutto lo convince a redimersi. Nel finale… beh il finale scopritelo voi!

IL GRINCH: LE SCENE MIGLIORI. Come si diceva il film si regge interamente sulle spalle di Jim Carrey, che sfoggia tutto il proprio campionario di gag fisiche e verbali da consumato attore comico. Indimenticabile la scena in cui, infuriato, distrugge l'albero di Natale con un lanciafiamme improvvisato, oppure quella in cui si prova una serie di vestiti prima di partecipare alla festa, con effetti ridicoli. Il film poi sarebbe da vedere in lingua originale, perché Carrey è anche bravissimo nel modulare la voce a simulare quella del mostro, assolutamente esilarante quando è colto da accessi di rabbia contro i Whos (il nome inglese dei Nonsochi).

FILM NATALIZI: I MIGLIORI DA VEDERE. Sei alla ricerca di un film di Natale? Preferisci i classici o qualcosa di più originale? Ecco i nostri consigli:

(Foto: Il Grinch, Courtesy of Imagine Entertainment)