Ricetta del Bombardino, storia e tradizione

Dopo una bella sciata o una giornata trascorsa in montagna sulla neve di certo avrete voglia di una bevanda calda. In genere si pensa subito alla cioccolata calda e fumante, ma se vi trovate nelle zone dell’arco alpino non potete non provare il bombardino, un cocktail che riscalda mente e corpo coronato da una bella spruzzata di panna montata. Invitante, vero? Ecco la storia del bombardino e qual è la ricetta originale.

Leggi anche: Settimana bianca low cost: idee e offerte

Storia del bombardino

Il bombardino nasce a Livigno, una località sciistica in provincia di Sondrio. La sua storia comincia negli anni Settanta, quando gestiva il rifugio del Mottolino un giovane genovese non abituato al gelo della montagna. Da qui l’idea di un drink che potesse far sopportare meglio il freddo, un cocktail caldo a base di latte, whisky e zabaione. Secondo la tradizione il primo che ha assaggiato la bevanda ha esclamato: “Accidenti, è una bombarda!”. Il nome del cocktail dovrebbe quindi derivare proprio da questa esclamazione.

Ricetta originale del bombardino

Il mix originario di latte, whisky e zabaione con il tempo si è modificato e il bombardino ha assunto le caratteristiche attuali sostituendo il whisky con il brandy e il latte con la panna. Vediamo nel dettaglio la ricetta.

Ingredienti

  • 2/3 di zabaione
  • 1/3 di brandy
  • panna montata

Preparazione

Scaldare lo zabaione in un pentolino senza farlo bollire. Togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere il brandy. Versare in un bicchiere e aggiungere la panna montata con una spolverata di cacao.

Varianti del bombardino

Esistono inoltre delle varianti del bombardino classico. Ad esempio c’è il Calimero, a base di zabaione e caffè, il Pirata, con il rum invece del brandy e lo Scozzese, con il whisky al posto del brandy. Alcuni utilizzano la grappa e altri invece lo bevono freddo d’estate… Insomma, potete sperimentare le diverse varianti e scegliere quella che più vi piace!

Potrebbe interessarti: Quando andare in settimana bianca