Captain Marvel

A meno di una settimana dall’arrivo nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, Captain Marvel ha superato il muro dei 500 milioni di dollari al box office. Il film ha infatti incassato 164.3 milioni di dollari nei suoi primi 4 giorni in America e 325.6 milioni nei suoi primi 6 giorni di proiezione nei vari mercati internazionali (in Italia circa 4 milioni, posizionandosi subito primo al botteghino). Questo personaggio aveva già fatto la sua “apparizione” nella scena dopo i titoli di coda di Avengers: Infinity War nella lotta contro Thanos. E sono proprio due le scene dopo i titoli di coda invece presenti al termine di Captain Marvel.

Captain Marvel: le scene dopo i titoli di coda

Potrebbe interessarti anche:

Captain Marvel: prima scena dopo i titoli di coda

Nella prima scena dopo i titoli di coda ci ricolleghiamo ad Avengers – End Game. Nel post credit di Avengers – Infiny War si vede Nick Fury sparire nel nulla dopo lo schiocco di dita mortale di Thanos. Prima di smaterializzarsi però fa in tempo a far partire una chiamata a Captain Marvel (proprio nel film dedicato a questo eroe al femminile e ambientato negli anni Novanta si vede la protagonista lasciare il suo contatto all’ormai amico proprio per avvertirla in caso di problemi). Il segnalatore di Fury viene recuperato dai “sopravvissuti” Captian America, Vedova Nera, War Machine e Hulk. Il segnalatore smette di funzionare e proprio mentre tutti sono impegnati a capire come riaccenderlo spunta Captain Marvel.

Captain Marvel: seconda scena dopo i titoli di coda

Nella seconda scena dopo i titoli di coda ci troviamo ancora una volta negli anni Novanta ed il protagonista è il gatto Goose che sputa letteralmente il Tesseract sul tavolo nell’ufficio di Nick Fury (il cubo contente la Gemma dello Spazio già apparso in diversi film della Marvel).