Concerti 2019 Ernia: date

Ernia è pronto a salire sul palco con il suo “68 Till The end summer tour”: il rapper si prepara ad affrontare una lunga dimensione dal vivo di live che a partire dal 1 giugno lo vedranno protagonista per tutta l’estate tra prestigiosi club, Festival e Summer Arena. Tra le prime città confermate troviamo il 1 giugno da Marina di Modica (Rg) per proseguire L’8 giugno a Garlasco (Pv), il 9 giugno a Barzio (Lc), il 29 giugno a Calafuria (Li), il 3 luglio a Bologna, il 21 luglio a Genova, il 26 luglio a Venaus (To), il 27 luglio a Reggio Calabria, il 30 luglio a Padova, il 12 agosto a Follonica (Gr), il 23 agosto a Quartu Sant’Elena (Ca), il 25 agosto a Fabrica di Roma (Vt), il 26 agosto a Montignoso (Ms) e il 31 agosto a Catania.

Concerti 2019 Ernia: date, biglietti, canzoni

Concerti 2019 Ernia: biglietti

Le prevendite delle date del tour sono disponibili sui canali di Thaurus Music e acquistabili direttamente in loco. L’intera serie di concerti è ideata e organizzata da Thaurus Live, nota agenzia di booking e management di riferimento nel panorama rap italiano.

  • 01/06 Marina di Modica (RG), 2born Festival
  • 08/06 Garlasco (PV), Le Rotonde
  • 09/06 Barzio (LC), Nameless Music Festival
  • 29/06 Calafuria (LI), Baciami Festival
  • 03/07 Bologna, Oltre Festival
  • 21/07 Genova, Goa Boa
  • 26/07 Venaus (TO), Festival Alta Felicità
  • 27/07 Reggio Calabria, Luna Ribelle
  • 30/07 Padova, Parco della Musica
  • 12/08 Follonica (GR), Follonica Summer Festival
  • 23/08 Quartu Sant’Elena (CA), Cagliari Tatto Convention
  • 25/08 Fabrica di Roma (VT), Festa della Birra
  • 26/08 Montignoso (MS), Beach Club Versilia
  • 31/08 Catania, Zouk Spazio Eventi

Concerti 2019 Ernia: canzoni

Gli appuntamenti live saranno l’occasione per ascoltare molte delle canzoni del suo ultimo album in studio senza dimenticare in scaletta le maggiori hit che hanno segnato definitivamente l’inizio della sua carriera. “Con 68 Till the end – dichiara Ernia – si conclude il percorso di questi ultimi due anni di lavoro. 68 è stato l’album della consacrazione. Dall’essere un rapper emergente sono diventato uno tra i giovani meglio considerati in Italia. Mi sembrava giusto rendergli omaggio per celebrare proprio questo cambiamento molto importante della mia vita e per la mia carriera. Devo tutta la mia gratitudine ai fan per avermi sempre supportato. Senza loro tutto questo non sarebbe stato possibile”.