Origini di Pasquetta: cosa sapere

Festeggiare la Pasquetta o religiosamente parlando il “Lunedì dell’Angelo” è una buona e divertente scusa per stare con gli amici. Fare scampagnate fuori porta e se il tempo lo permette, perché no, anche stare a contatto con la natura, a spasso per le campagne e per le colline è uno dei tanti modi per trascorrere questa giornata. Ma perché festeggiamo così calorosamente come se fosse quasi un obbligo la Pasquetta in compagnia, perché ci teniamo così tanto e soprattutto, perché è diventata anche questa una festa del tutto commerciale e consumistica? Quali sono le origini della tradizione riguardante il giorno dopo Pasqua? L’aspetto religioso cristiano in cosa consiste? tutte domande a cui ora daremo una risposta!

Perché si festeggia la Pasquetta: la tradizione

Il Lunedì dell’Angelo, più noto come Pasquetta, detto anche Lunedì di Pasqua, Lunedì dell’Ottava di Pasqua o Pasquetta, è il giorno successivo alla Pasqua; è così chiamato perché in questo giorno si ricorda l’incontro dell’Angelo con le donne giunte al Sepolcro. Il Vangelo racconta che Maria di Magdala, Maria madre di Giacomo e Giuseppe e Salòme si recarono al sepolcro, dove Gesù era stato sepolto, con degli olii aromatici per imbalsamare il corpo di Gesù. Civilmente il lunedì di Pasqua è un giorno festivo, introdotto dallo Stato italiano nel dopoguerra, e che è stato creato per allungare la festa della Pasqua. Il lunedì dell’Angelo, in Italia, è un giorno di festa, che come abbiamo già detto, generalmente, si trascorre insieme a parenti ed amici con una tradizionale gita o scampagnata, picnic e attività all’aperto. Una interpretazione di questa tradizione potrebbe essere il fatto che che si voglia ricordare i discepoli diretti ad Emmaus. Infatti, lo stesso giorno della Resurrezione, Gesù appare a due discepoli in cammino verso Emmaus a pochi chilometri da Gerusalemme. Da qui si può comprendere il come e il perché il lunedì successivo alla festività, ovvero Pasquetta, venga utilizzato per poter fare scampagnate e “gite fuori porta”.

Non sai cosa fare? Leggi i nostri consigli: Cosa fare a Pasquetta 2018: dove andare, idee ed eventi

Origini di Pasquetta: significato del termine

Il lunedì dell’Angelo è il giorno dopo la Pasqua. Prende il nome dal fatto che in questo giorno si ricorda l’incontro dell’angelo con le donne giunte al sepolcro e, generalmente, ormai entrato a far parte della tradizione cristiana cattolica, viene chiamata Pasquetta. Possiamo ben capire che il vero significato ha una traccia del tutto cristiana, visto l’importanza che viene attribuita all’Angelo e all’incontro con le donne che si trovavano al sepolcro. Ci sono varie spiegazioni sull’origine del lunedì successivo alla festa della resurrezione; fatto sta che attualmente una cosa è certa: la Pasquetta va festeggiata in tutto divertimento, svago e in buona e bella compagnia!

Potrebbero interessarti: