I promessi sposi: l’epilogo del libro

Quanti pomeriggi a studiare l’opera I promessi sposi di Alessandro Manzoni! Siamo di fronte ad uno tra i libri più difficili da studiare che tutti, chi più chi meno, abbiamo dovuto imparare a conoscere durante gli anni della scuola. Immaginiamo che tutti lo abbiate letto e, anche se forse l’ultima volta che lo avete letto per intero risale a tanti anni fa, siamo sicuri che ricordiate perfettamente la storia, i personaggi e come finisce. Se qualcuno di voi, invece, ha completamente dimenticato tutta la vicenda, la ripercorriamo insieme soffermandoci anche sull’epilogo del libro. Siete pronti ad incontrare nuovamente Renzo e Lucia, Don Abbondio, Don Rodrigo e i bravi e tutti gli altri?

Leggi anche: Promessi Sposi: analisi dei capitoli 

I promessi sposi: la storia

Una prima versione del libro è stata pubblicata nel 1827, ma è solo tra il 1840 e il 1842 che è avvenuta la pubblicazione definitiva. Il romanzo è ambientato negli anni tra il 1628 e il 1630, ci troviamo nella campagna lombarda durante il dominio spagnolo. La storia inizia con Don Abbondio, curato del paese, che deve sposare Renzo e Lucia, i due filatori; tuttavia c’è qualcuno che vuole impedire questo matrimonio a tutti i costi, Don Rodrigo il signorotto del paese che intima il curato a non celebrare le nozze. L’uomo, il più codardo del romanzo, accetta e inventa una serie di scuse per rimandare questo matrimonio senza, però, rivelare il vero motivo. Quando decide di dire la verità, Renzo e Lucia con l’aiuto di Agnese, la madre della donna, e Fra Cristofaro, loro guida spirituale, cercano insieme una soluzione al problema. I vari tentativi di risolvere il problema si sono tutti rivelati inutili, fino a quando Lucia e Agnese vengono mandate nel convento di Monza dove saranno sotto la protezione di Gertrude che, alleata con Don Rodrigo, farà in modo che Lucia venga rapita.

I promessi sposi: epilogo del libro

Quando Renzo e Lucia si separano, dietro consiglio di Fra Cristofaro, la donna viene mandata in un convento a Monza e Renzo si reca a Milano. L’uomo si trova coinvolto in alcune sommosse popolari, viene accusato di essere il capo dei rivoltosi e fugge dai poliziotti. Lucia, che si trova in convento a Monza, viene raggirata dalla monaca di Monza e dal suo amante Egidio che, con l’aiuto dell’Innominato, rapiranno la donna. Quando Lucia viene imprigionata nel castello dell’Innominato fa voto di castità, impietosisce il rapitore che si pente e la lascia andare, ma la donna nel viaggio incontrerà tanti ostacoli e contrarrà la peste; nel frattempo Renzo e don Rodrigo contraggono anch’essi la peste e si ritrovano insieme nel lazzaretto dove il filatore decide di perdonare l’uomo che ha tentato di tenerlo lontano dalla sua amata. Alla fine Renzo e Lucia riescono a sposarsi grazie all’intervento di Fra Cristofaro che scioglie il voto di castità di Lucia.

Non perderti: Riassunto Promessi Sposi: tutti i capitoli