Passaporto vaccinale: in arrivo quello europeo

A causa del Covid-19 uno dei settori a risentirne maggiormente è quello del turismo. La gente non viaggia più, ha paura ed è anche severamente sconsigliato. Tuttavia, dopo l’arrivo del vaccino, si sta pensando a delle soluzioni per riprendere a viaggiare e incentivare il turismo: il passaporto vaccinale. Oggi vi vogliamo dare qualche altra informazione riguardo il passaporto vaccinale europeo che arriverà a breve e che consentirà, si spera, al settore del turismo di risollevarsi un po’.

Leggi anche: Vaccino contro il Covid-19: il via libera dell’UE

Passaporto vaccinale europeo: quando arriva

Il passaporto vaccinale europeo per il covid è in arrivo tra un paio di mesi. Chi ha ricevuto il vaccino contro il coronavirus potrebbe usare il documento per salire in aereo, viaggiare con maggiore facilità, partecipare ad un evento ‘di massa’ e riprendere più agevolmente una vita ‘normale’. Nell’Ue il ‘passport’ potrebbe diventare realtà dal 15 giugno e garantire maggiore libertà di movimento.

Passaporto vaccinale europeo: che cos’è

Con il procedere della campagna di vaccinazione nell’Ue, il passaporto sarà uno strumento per una riapertura ordinata, soprattutto una certificazione delle persone che possono essere considerate fuori pericolo e meno pericolose. Si tratta di un documento che attesterebbe l’avvenuta somministrazione del vaccino anti-COVIDPermetterebbe, a coloro che lo detengono, di viaggiare liberamente all’estero, di andare al ristorante o al cinema. E’ stato proposto al Parlamento Europeo dalla Grecia e pare che si stia prendendo in considerazione l’idea di renderlo reaaltà anche se non sembrano essere tutti concordi e convinti.

Non perderti: