Radio per l’Italia: cos’è

A causa della diffusione del Coronavirus in Italia e nel resto del mondo tante cose stanno cambiando. Gli italiani sono costretti a rimanere in casa per evitare che il contagio si propaghi ancora di più. Proprio per questo motivo c’è stata una bella iniziativa dal mondo della musica: per la prima volta in assoluto nella storia del nostro Paese, tutte le radio italiane, nazionali e locali, si sono unite per un’iniziativa di diffusione comune senza precedenti chiamata “Radio per l’Italia“. Questa iniziativa è stata pensata per dare ancora più forza a tutti gli italiani e al Paese che deve andare avanti unito. Ecco tutti i dettagli!

Radio per l'Italia: cos'è e quando ci sarà la diretta in contemporanea

Radio per l’Italia: quando c’è

Un vero e proprio messaggio di unione, partecipazione e connessione andato in scena alle ore 11:00 di venerdì 20 marzo 2020. L’evento è iniziato con l’Inno di Mameli per poi continuare nell’ordine con Azzurro, La Canzone del Sole e Nel Blu Dipinto di Blu, tutti brani che hanno fatto la storia della musica italiana. Ecco chi ha preso parte all’iniziativa!

Potrebbero interessarti:

Radio per l’Italia: chi partecipa

Rai Radio 1, Rai Radio 2, Rai Radio 3, Rai Isoradio, M2O, R101, Radio 105, Radio 24, Radio Capital, Radio Deejay, Radio Freccia, Radio Italia Solomusicaitaliana, Radio Kiss Kiss, Radio Maria, Radio Monte Carlo, Radio Radicale, Radio Zeta, RDS 100% grandi successi, RTL 102.5, Virgin Radio (su tutte le piattaforme Fm, Dab, in televisione e in streaming sui siti e sulle App delle radio) hanno partecipato insieme alle emittenti radiofoniche locali aderenti all’Associazione Aeranti-Corallo ed all’Associazione Radio Locali FRT-Confindustria Radio Tv.