Concorso scuola ordinario: cosa sapere

I bandi per i concorsi nella scuola sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale e, dopo un iniziale timore scatenato dall’incertezza su quando si sarebbero tenute le prove, i docenti precari che vi parteciperanno iniziano ad avere le idee più chiare. Sappiamo, innanzitutto, che ci sarà un concorso straordinario e uno ordinario, le differenze tra i due riguardano gli anni di servizio, l’anzianità e le prove che si dovranno sostenere. Oggi ci concentriamo principalmente su quello ordinario, mettiamo qualche puntino sulle i, scopriamo come funziona, quali prove verranno somministrate e, soprattutto, quali sono i requisiti.

Leggi anche: Concorsi scuola: i requisiti minimi per partecipare

Concorso scuola ordinario: i requisiti

Il primo punto da sottolineare riguarda i requisiti per potervi partecipare che devono essere necessariamente rispettati, e sono:

  • Abilitazione specifica sulla classe di concorso;
  • Abilitazione su altra classe di concorso + titolo di accesso alla classe di concorso richiesta;
  • Titolo di accesso alla classe di concorso richiesta + 24 cfu.

La domanda si potrà presentare solamente online, sull’apposita “Piattaforma Concorsi e Procedure selettive”. Per farlo, bisogna essere in possesso delle credenziali SPID o di un’utenza valida per l’accesso a Istanze Online. La domanda di partecipazione potrà essere inoltrata a partire alle ore 9,00 del 15 giugno 2020 fino alle ore 23,59 del 31 luglio 2020. Per ciascuna delle procedure per cui si vuole concorrere dovrà essere versato un contributo di 10 euro, tramite bonifico bancario. La domanda di partecipazione può essere presentata in una sola regione. Inoltre, ciascun docente, se in possesso dei requisiti, potrà avanzare fino ad un massimo di quattro candidature:

  • 1 classe di concorso per la scuola secondaria di I grado (posti ordinari);
  • 1 classe di concorso per la scuola secondaria di II grado (posti ordinari);
  • posti di sostegno per la scuola secondaria di I grado;
  • posti di sostegno per la scuola secondaria di II grado.

Concorso scuola ordinario: le prove

La prova preselettiva del concorso ordinario, composta da 60 quesiti e della durata di 60 minuti, sarà computer based e verrà finalizzata a verificare capacità logiche, comprensione del testo, conoscenza della normativa scolastica, conoscenza della lingua inglese livello B2. Dopo la preselettiva, per i posti comuni, però, già si sa che gli step saranno tre:

  • prima prova scritta;
  • seconda prova scritta;
  • prova orale (più eventuale prova pratica, quando prevista)

Per i posti di sostegno le prove saranno due:

  • prova scritta: su pedagogia speciale, didattica per l’inclusione e relative metodologie;
  • prova orale: identica a quella per i posti ordinari.

Non perderti: