Contratti di stage e apprendistato: la questione ferie

Al giorno d’oggi sono tante le aziende che assumono dipendenti con contratti di stage e se lo fanno c’è un motivo ben preciso. Le aziende sfruttano l’inesperienza lavorativa dei lavoratovi così da pagare meno tasse e uno stipendio minimo al lavoratore. Ciò non vuol dire che i lavoratori assunti con questo contratto non debbano godere degli stessi diritti e doveri degli altri, hanno semplicemente una paga inferiore. Tale contratto può essere stipulato da aziende private, enti pubblici e organizzazioni no profit, le aziende che hanno più di 20 dipendenti al suo interno, possono assumere solo il 10% di stagisti. La durata dello Stage varia da 3 a 6 mesi e può essere rinnovato senza problemi ad 1 anno di contratto, e per quanto riguarda le ferie?

Leggi anche: Contratto apprendistato: stipendio e ferie 

Ferie nel contratto di stage: cosa dovete sapere

Il contratto di stage non è considerato un contratto lavorativo vero e proprio, ragion per cui lo stagista non potrà maturare ferie e permessi retribuiti. Tuttavia, ciò non impedisce al lavoratore tirocinante di concordare ferie e orari di lavoro con il titolare dell’azienda. In caso di malattia, il tirocinante non è obbligato a presentare il certificato medico. Una cosa fondamentale da sapere è che nonostante si tratti di un contratto stage,l’azienda è obbligata ad effettuare l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro al suo stagista.

Ferie nel contratto di  apprendistato: cosa sapere

Con il contratto di apprendistato si ha diritto alle ferie in base al C.C.N.L di assunzione; per quanto riguarda le ferie, in generale, possiamo dire che il periodo deve essere di almeno 20 giorni annui per coloro che abbiano più di 16 anni, mentre per coloro che non abbiano ancora compiuto il sedicesimo anno di età spettano 30 giorni di ferie sempre annuali. A tali giorni non vengono applicate riduzioni, dunque verranno retribuite al 100%. Un discorso a parte va fatto per le ferie non godute, nel contratto di apprendistato non possono essere monetizzate e dovranno essere utilizzate entro e non oltre i 18 mesi dalla maturazione. Per quanto riguarda la malattia, gli apprendisti vengono equiparati ai lavoratori dipendenti e quindi godono di un massimo di 180 giorni di indennità di malattia, se accompagnati da certificato medico.

Non perderti: