Professionisti: salvi gli esami online. Come stabilito dal decreto Milleproroghe 2021 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.323 del 31 dicembre 2020, sono confermate per tutto il 2021 le norme speciali relative allo svolgimento degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni. Se il Dm 661 del 2020 aveva solo stabilito lo svolgersi di una prova unica orale da effettuarsi telematicamente salvo poi la decisione delle modalità da parte delle Università, il comma 8 dell’articolo 6 proroga fino al 31 dicembre 2021 le disposizioni secondo le quali il Ministro dell’Università e della Ricerca avrà la possibilità di definire particolari normative in merito. E, nello specifico, sia in ambito di riconoscimento delle qualifiche professionali che in quello dell’organizzazione delle sessioni degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni.

Leggi: Esame Avvocato: come superarlo

Professionisti ed esami di abilitazione 2021

In sostanza, per snellire le tempistiche relative all’ingresso nel mondo del lavoro da parte dei neolaureati, per parte di questi sarà prevista l’abilitazione durante lo stesso esame di laurea. Nell’ambito di quest’ultimo potranno sostenere una prova tecnica al termine del tirocinio. La spinta verso questa direzione è stata acuita sicuramente dallo stato di necessità che ha suscitato la pandemia. Lo stesso che già negli scorsi mesi ha richiesto una velocizzazione dell’assunzione di nuovi medici per fronteggiare il Coronavirus.
Il già citato comma 8 si riferisce agli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni regolamentate ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 328/2001, delle professioni di odontoiatra, farmacista, veterinario, tecnologo alimentare, dottore commercialista ed esperto contabile, nonché delle prove integrative per l’abilitazione all’esercizio della revisione legale. Ed anche alle professioni di agrotecnico e agrotecnico laureato, geometra e geometra laureato, perito agrario e perito agrario laureato, perito industriale e perito industriale laureato.

Esami di abilitazione, cosa dice il DPCM 14 gennaio

Il DPCM del 14 gennaio scorso, stabilisce la sospensione “delle procedure di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale, ivi compresi, ove richiesti, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e di quelli per il personale della protezione civile”.

Leggi anche: