Esame di Stato Biologo: quello che dovete sapere

C’è tra di voi qualcuno che ha appena concluso il proprio percorso di studi in biologia e si prepara ad affrontare l‘esame di stato per diventare a tutti gli effetti un biologo? Noi oggi siamo qui per condividere con voi tutto quello di cui siamo a conoscenza dandovi qualche consiglio su come prepararvi e fare luce su quali saranno le prove da affrontare. Per poter entrare nell’albo dei biologi dovete necessariamente superare l’esame di stato, ma con un altro po’ di impegno e di studio ce la farete sicuramente.

Esame di Stato Biologo: quali prove affrontare

Per alcuni studenti il detto “gli esami non finiscono mai” è più vero che mai. Gli studenti di biologia, per esempio, non finiscono di studiare con il conseguimento della laurea ma li aspetta anche l’esame di stato per diventare biologi a tutti gli effetti. Superando l’esame di stato si può ottenere il titolo di biologo biologo junior; i primi sono coloro che hanno conseguito una laurea magistrale o specialistica in biologia o in biotecnologia e si possono iscrivere nella sezione A dell’albo professionale. I secondi sono coloro i quali hanno la laurea triennale e sostengono l’esame per essere inseriti nella sezione B. Per chi si vuole iscrivere nella sezione A, l’esame di stato prevede due prove scritteuna prova orale e una prova pratica; chi è già iscritto alla sezione B ed è stato ammesso a sostenere l’esame per la sezione A dovrà affrontare invece solo la prima prova scritta e la prova orale.

Esame di Stato Biologo: come prepararsi

Se volete sperare di superare l’esame dovrete impegnarvi e ripassare tutte le materie di cui avete svolto esami durante la vostra carriera universitaria. Quindi potete tirare un sospiro di sollievo, non si tratta di uno studio da cominciare tutto da capo. Le materie per le prove scritte possono essere: biofisica, biochimica, chimica biologia molecolare, microbiologia ambientale, chimica, biologia e biomorfologia. Per la seconda prova scritta è preferibile prepararsi su tutto ciò che concerne l’igiene, il management, la legislazione professionale e la certificazione e gestione di qualità.

Non perderti: