Vienna a Natale, le regole anti-covid in Austria sono cambiate dopo il 7 dicembre, giorno della scadenza dell’ultimo decreto che aveva stabilito severe restrizioni per combattere il numero dei contagi. Attualmente le misure previste – dopo il secondo lockdown nazionale al quale lo stato si è dovuto piegare – si sono un tantino allentate. Ecco cosa prevedono.

Leggi anche: Londra a Natale: le regole anti-covid nel Regno Unito

Austria, le regole anti-covid in Austria

Al momento, l’orario di coprifuoco in tutta l’Austria va dalle ore 20:00 e alle 06:00 del mattino. I negozi non essenziali e le altre attività commerciali che erano state costrette alla chiusura hanno rialzato le saracinesche. Chiusi rimarranno, però, i ristoranti e i bar per tutta la durata delle feste, anche se sarà consentito loro di poter lavorare d’asporto. Brutta notizia, invece, per gli amanti dei mercatini natalizi, che saranno chiusi. Sarà difficile immaginarsi le città austriache, Vienna in primis, senza le tradizionali bancarelle strabordanti di oggettistica e buon cibo tipico. Gli hotel saranno aperti per ospitare chi viaggia per motivi lavorativi. Ma chi proverrà da Paesi che stanno registrano più di 100 casi ogni 100.000 abitanti, dovrà rispettare una quarantena di 10 giorni.

Vienna a Natale, le regole anticovid

Come anticipato, la precedente stretta sulla vita sociale è stata allentata, ma rimangono ancora delle restrizioni. Se prima non si poteva uscire di casa tutto il giorno, ora lo si può fare senza giustificazioni. Ma di notte si può solo uscire per 4 motivi tassativamente elencati, ovvero per lavoro, attività fisica, cura degli altri o bisogni fondamentali e necessari della vita. Duranteil giorno non si possono avere contatti con più di 6 adulti e 6 bambini (appartenenti a 2 famiglie). Dal 24 al 26 dicembre ed il 31, invece, si potranno incontrare fino a dieci persone appartenenti a qualsiasi numero di famiglie (senza considerare i bambini) . Sempre in questi giorni i negozi potranno riaprire con i dovuti accorgimenti, e ospitando un cliente ogni dieci metri quadrati. Non sarà possibile effettuare vendita di alcolici da asporto. Infine, la quarante natalizia: durante il periodo che andrà dal 19 dicembre al 10 gennaio, chiunque arrivi o torni da zone ad alto rischio covid, dovrà rispettare dieci giorni di isolamento.

Leggi anche: