L’adolescenza è certamente l’età più bella ma anche la più critica. Il corpo, il carattere di chi attraversa questa fase sono in continuo cambiamento, in continua evoluzione. Si parte dai primi cambiamenti a livello fisico, sia nelle donne che negli uomini. Il corpo che cambia, il carattere che cambia, fanno sì che l’adolescente abbia voglia di tornare al passato: cadono le certezze dell’infanzia tutto è messo in discussione. L’adolescente si sente allora vittima di qualcuno, di qualcosa: si sente vittima dei genitori, dell’insegnante, degli amici … ma perché? Il fatto è che non convivendo serenamente con il proprio io, ha paura di confrontarsi, di parlare con gli altri, ha paura di non essere accettato. I genitori sono i primi a fare le spese di questa ribellione. Il compito del genitore infatti, è quello di riuscire a educare il proprio figlio ma, per fare ciò, è necessario imporre determinati atteggiamenti, a volte troppo duri. Alcuni genitori però vogliono che il proprio figlio sia motivo di vanto con altri genitori: mio figlio fa questo e quell’altro. Se da un lato il figlio non soddisfa pienamente i desideri dei genitori, non deve essere punito, bisogna dargli la possibilità di dare il meglio di se stesso in quello che vuole. Dall’altro lato però esistono altri genitori che, forse inconsapevolmente pur di non vedere il proprio figlio triste, consentono di fargli fare quello che vuole. Questo atteggiamento comporta gravi conseguenze per l’educazione e la formazione dell’adolescente: una volta adulto, pensa di poter fare sempre quello che vuole, di essere sempre scusato, di non avere mai colpa di niente. Questi sono gli atteggiamenti più comuni di alcune famiglie. Nelle famiglie il dialogo dovrebbe essere aperto a tutto, se esiste un problema di qualsiasi natura se ne deve discutere per cercare di arrivare al termine del problema e avere una soluzione. La società attuale purtroppo, premia l’immagine esteriore di una persona, e di un adolescente in particolare. I valori che soprattutto i mezzi di comunicazione di massa ci trasmettono sono principalmente la bellezza e l’esaltazione delle forme del corpo. Altri atteggiamenti che per me nella società non vanno è l’esclusione degli adolescenti dalla vita politica. Molti genitori infatti, vietano ai propri figli di partecipare alla vita politica. Questo perché hanno l’idea che la politica sia il mezzo per ar