PRIMO MAGGIO: PERCHÈ SI FESTEGGIA LA FESTA DEL LAVORO

Ogni anno il Primo Maggio in Italia e nel mondo si celebra la Festa del Lavoro: non è solo un giorno di riposo in cui andare a fare un picnic o partecipare al tradizionale concerto che si tiene a Roma ogni anno, ma racchiude in sé un significato molto profondo.
Si tratta di ricordare tutti coloro che si sono battuti per avere condizioni lavorative umane, per non essere sfruttati con orari impossibili e per ottenere tutti quei diritti di cui oggi godiamo e che ci sembrano scontati. Cerchiamo quindi di fare chiarezza e di capire, attraverso la storia dell'1 maggio, perché si celebra la festa del lavoro nel mondo e in Italia e cosa in particolare viene ricordato.

Non perderti: Cosa fare il Primo Maggio 2017: dove andare ed eventi

primo maggio festa del lavoro

1 MAGGIO STORIA: LE ORIGINI DELLA FESTA DEL LAVORO

La Festa del  Lavoro trae origine da una manifestazione organizzata il 5 settembre 1882 negli Stati Uniti dai Knights of Labor, i Cavalieri del Lavoro, con lo scopo di ottenere alcuni diritti per i lavoratori. Nell'Ottocento infatti i lavoratori non godevano di nessun diritto: lavoravano anche 16 ore al giorno, in condizioni pessime e spesso morivano sul posto di lavoro. Dal 1884 si decise di manifestare ogni anno e, nel mese di maggio del 1886, in una delle tante manifestazioni avvenute a Chicago per ridurre la giornata lavorativa a 8 ore ci furono scontri fortissimi, culminati il 4 maggio con i poliziotti che spararono alla folla col massacro di Haymarket, in cui morirono 11 persone. 

FESTA DEL LAVORO: PERCHÈ SI CELEBRA IL PRIMO MAGGIO?

Il 20 luglio 1889 durante la Seconda Internazionale riunitasi a Parigi si decise quindi di celebrare la Festa del Lavoro l'1 maggio, proprio in ricordo delle vittime di Chicago. Nel corso della Seconda Internazionale venne quindi indetta una grande manifestazione per l'1 maggio 1890, così da chiedere alle autorità normative che riducessero la giornata lavorativa ad 8 ore.

FESTA DEL LAVORO NEL MONDO E IN ITALIA: LE CELEBRAZIONI DEL PRIMO MAGGIO

L'iniziativa prese piede a livello internazionale e il Primo Maggio divenne il simbolo mondiale delle lotte operaie per conquistare diritti e condizioni di lavoro migliori. Nonostante la repressione di molti governi, il primo maggio 1890 ci furono tantissime adesioni alla Festa dei Lavoratori e alle manifestazioni indette per quella giornata. In Italia tale celebrazione non ha avuto sempre vita facile: durante il Fascismo l'1 maggio venne abolito e la festa dei lavoratori confluì nel Natale di Roma, la festa del 21 aprile che celebra la fondazione di Roma nel 753 a.C. La festa su ripristinata nel 1945, ma nel 1947 invece durante una manifestazione a Portella della Ginestra, a Palermo, la banda del bandito Salvatore Giuliano sparò su 2000 lavoratori in festa: morirono 11 persone e 50 rimasero gravemente ferite. 

Non perderti tutte le news su eventi e concerti: