La disfatta di Canne (2) - Studentville

La disfatta di Canne (2)

Magna fuit Romanorum clades apud Cannas, ubi tum undique milites effuse fugiebant. Septem milia hominum in minora castra, decem in maiora, duo ferme in vicum Cannas perfugerunt, qui autem extemplo a Carthalone1atque Carthaginiensibus equitibus circumventi sunt. Consul alter cum quinquaginta fere equitibus Venusiam perfugit. Quadraginta quinque milia quingenti pedites, duo milia et septigenti equites caesi sunt, in quibus ambo consulum quaestores, L. Atilius et L. Furius Bibaculus, et undetriginta tribuni militum, consulares praetoriique. Captivi post eam pugnam Cannensem tria milia peditum et equites mille et quingenti numerati sunt.

 

Grande fu la disfatta dei Romani presso Canne, dove allora i soldati fuggivano da ogni parte disordinatamente. Settemila uomini si rifugiarono negli accampamenti più piccoli, duemila circa nel villaggio di Canne, che subito furono circondati da Cartalone e dai cavalieri cartaginesi. L’altro console con circa cinquanta cavalieri si rifugiò a Venusia. 45.500 soldati, 2.700 cavalieri furono uccisi, tra cui entrambi i questori dei consoli, L. Atilio e L. Furio Bibaculo, e 29 tribuni dei soldati, consolari e pretori. Dopo questa battaglia di Canne si contarono prigionieri 3 mila fanti e 1.500 cavalieri.

  • Latino
  • Lingua Magistra 1
  • Versioni dai Libri di Esercizi

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti