I nomi alterati: cosa sono

I nomi alterati sono quei nomi che sono formati dalla radice del nome primitivo + un suffisso. Il risultato è il significato leggermente modificato. In sostanza la desinenza della parola viene modificata con l’inserimento di suffissi che danno sfumature di significato diverse. Avremo quindi:

  • Diminutivo: viene data l’idea di piccolezza. I suffissi utilizzati sono:
    – ino – ina
    – itto – etta
    – ello -ella
    – icino – icina
    – olino – olina
    – icello – icella
    – icciolo – icciola
  • Vezzeggiativo: si dà l’idea di simpatia e affetto. I suffissi sono:
    – uccia – uccio
    – uzzo – uzza
    – cino – cina
  • Accrescitivo: si accresce la grandezza del nome. Vengono utilizzati i suffissi -one per il maschile e -ona per il femminile.
  • Dispregiativo: viene data l’idea di disprezzo e giudizio negativo. I suffissi sono:
    – accio – accia
    – astro – astra
    – ucolo – ucola
    – iciattolo – iciattola

Esempi:

  • “letto” > “lettino” (idea di piccolezza, DIMINUTIVO)
  • “lettone” (idea di grandezza, ACCRESCITIVO)
  • “lettuccio” (idea di leggiadria, VEZZEGGIATIVO)
  • “lettaccio” (idea di disprezzo, DISPREGIATIVO).

Leggi anche: Analisi grammaticale: come si fa

Nomi alterati: quali sono e come si formano

I nomi alterati conservano di solito il genere del nome da cui derivano, ma possono anche cambiarlo: es. nell’accrescitivo “una femmina”, “un femminone”. Es. nel diminutivo (con cambiamento di significato) “un tino, una tinozza”.

I diminutivi sono a volte anche dei vezzeggiativi: “piede” > “piedino”.

Gli accrescitivi sono a volte anche peggiorativi o dispregiativi. “testa” > “testone”.

Forma Suffisso Esempio
Diminutivo

-ino/a

-ello/a

-etto/a

-icello/a

-icciolo/a

-olino/a

Micio – micino

Vino – vinello

Bacio – bacetto

Verme – vermicello

Muro – muricciolo

Sasso – sassolino

Vezzeggiativo

-uccio/a

-uzzo/a

-olo/a

-otto/a

-acchiotto/a

Letto – lettuccio

Via – viuzza

Bestia – bestiola

Ragazzo – ragazzotto

Orso -orsacchiotto

Accrescitivo

-one/a

-accione/a

-acchione/a

Borsa – borsone

Birba – birbaccione

Volpe – volpacchione

Dispregiativo

-accio/a

-azzo/a

-astro/a

-aglia

-ucolo/a

-uncolo/a

-onzolo/a

-iciattolo/a

-uzzo/a

Cane – cagnaccio

Amore – amorazzo

Medico – medicastro

Gente – gentaglia

Poeta – poetucolo

Maestro – maestruncolo

Prete – pretonzolo

Verme – vermiciattolo

Idea -ideuzza

 

Falsi alterati: a cosa fare attenzione

Alcuni nomi potrebbero sembrare derivati, perché formati da radice + suffisso, ma in realtà sono nomi primitivi (falsi alterati). Ecco un piccolo specchietto con alcuni nomi che potrebbero sembrare alterati, ma in realtà non lo sono.

tacchino non deriva da tacco
mulino non deriva da mulo
lampone non deriva da lampo
burrone non deriva da burro