Musei nella realtà virtuale

In questi giorni così difficili per l’Italia e per il resto del mondo, l’arte non si ferma e così c’è chi dà la possibilità di visitare i musei gratuitamente da casa. Dalla Pinacoteca di Brera a Milano fino ai Musei Vaticani di Roma, passando per il Louvre di Parigi, il British Museum di Londra e il Moma di New York, sono davvero tanti i musei che si possono vedere online. Oggi vi parliamo degli Uffizi di Firenze che sono sbarcati nel mondo della realtà virtuale.

Leggi anche:

Uffizi: come visitarli nella realtà virtuale

Uffizi: come visitarli nella realtà virtuale

Per visitare gli uffizi di Firenze basta collegarsi da pc, tablet e smartphone al sito: https://www.uffizi.it/mostre-virtuali/uffizi-virtual-tour. A questo punto c’è un vero e proprio percorso suggerito che comprende 10 sale inaugurate nel 2019. Come fa sapere l’Agi, si parte dalla Sala delle Dinastie in cui troviamo i ritratti dei Medici di Firenze e dei Della Rovere di Urbino, poi si prosegue nelle Sale Verdi della pittura veneta del Cinquecento in cui ci sono alcune opere famose come la Venere di Urbino e il ritratto di Giuseppe da Porto con il figlio Adriano. In totale sono 55 quadri riprodotti in maniera minuziosa con molta attenzione al dettaglio che possono essere osservati da diverse posizioni. Cliccando sulla didascalia, poi, si possono leggere le informazioni sulle opere, sia in italiano, sia in inglese.

Uffizi online: curiosità

“L’offerta di contenuti virtuali delle Gallerie degli Uffizi – ha dichiarato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt – oggi si amplia con un nuovo gioiello tecnologico l’innovativo sistema con cui è stato realizzato questo nostro tour virtuale, pensato per valorizzare i tesori delle nuove sale inaugurate appena lo scorso anno, consente infatti un’immersione totale e realistica nell’ambiente del museo“. Da segnalare che nella sala in cui c’è La Nuda, di Licinio, è possibile affacciarsi alla finestra per vedere il panorama di Firenze.