Tra i vocaboli di uso più o meno comune c’è la parola assertivo. Come spesso accade, anche in questo caso diverse sono le valenze significative attribuibili al termine. Scopriamone di più.

Etimologia e significato di assertivo

Iniziamo, come sempre, dall’etimologia. La parola assertivo deriva del latino asserĕre ovvero asserire. Assertivo si può dunque dire di ciò che ha carattere di asserzione o affermazione (es: proposizione assertiva; risposta assertiva) o di colui il quale asserisce, ovvero colui che afferma. Per estensione, l’aggettivo qualifica dunque una persona che mostra sicurezza nel sostenere le proprie opinioni, una persona che è capace di farsi valere ma nel rispetto degli altri.

Il significato di assertivo riferito ad una persona identifica, in definitiva, un soggetto che mostra decisione, determinazione e risolutezza.

Non per nulla l’assertività è ritenuta una delle caratteristiche chiave delle persone di successo: essere assertivi significa essere in grado di comunicare in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e le proprie opinioni, senza tuttavia assumere un atteggiamento aggressivo nei confronti dell’interlocutore (comunicazione assertiva).

Assertività in psicologia

L’assertività è stata definita dagli psicologi statunitensi Alberti ed Emmons come quel “comportamento che permette a una persona di agire nel suo pieno interesse, di difendere il suo punto di vista senza ansia esagerata, di esprimere con sincerità e disinvoltura i propri sentimenti e di difendere i suoi diritti senza ignorare quelli altrui”.

Relativamente al concetto di “assertivo passivo aggressivo”: Essere assertivo significa dunque trovare quel punto di equilibrio tra gli estremi di passività e aggressività: da un lato l’atteggiamento passivo porta infatti a non mettersi in discussione e ad evitare il conflitto a tutti i costi, dall’altra, invece, l’aggressività intimorisce gli altri e porta a difendere le proprie idee con eccessiva enfasi o addirittura violenza verbale. Nessuno di questi due approcci rappresenta il modello ideale per relazionarsi efficacemente con gli altri, né tantomeno porterà a risultati positivi in un’ottica aziendale.

L’approccio assertivo mette invece in condizione di gestire positivamente e costruttivamente i rapporti interpersonali, mettendo l’individuo nella condizione di affermare la propria personalità senza tuttavia risultare aggressivo.

L’assertività è dunque fondamentalmente un atteggiamento mentale ed emotivo positivo nei confronti di se stessi e della vita. Una persona assertiva è in grado di esprimere ciò che pensa, sa farsi valere e farsi rispettare. Nel mettere in atto tali abilità cognitive e comportamentali, ritroviamo certamente un’attitudine innata, tuttavia l’assertività è anche una capacità che può essere appresa e, grazie all’esercizio, migliorata nel tempo.

Sinonimo di assertivo

I sinonimi di assertivo sono i seguenti: deciso, determinato, imperioso, risoluto che asserisce, che afferma; affermativo, risposta assertiva.

Nel senso di affermativo possono essere invece considerati sinonimi i termini apodittico, asseverativo.

Altri termini da approffondire?