Maturità 2021: le previsioni del neo-ministro Bianchi

Dopo Lucia Azzolina è Patrizio Bianchi il nuovo ministro dell’Istruzione designato da Mario Draghi per il nuovo governo. Una domanda preme molto agli studenti del quinto anno del liceo: quando ci sarà la maturità e come si svolgerà? In una recente intervista a La Repubblica ha dichiarato: “In settimana decidiamo, ho ben presente il bisogno di informazione sulla maturità […] Sono arrivato da un giorno, abbiate pietà. So che è stata già fatta una grande istruttoria e ho sempre rispetto per il lavoro realizzato da chi mi ha preceduto. In settimana decidiamo, i ragazzi stiano tranquilli”.

Maturità 2021: le previsioni del neo-ministro Bianchi

Maturità 2021: l’intervista a Bianchi

“Docenti e studenti nel 2020 hanno lavorato tanto, questo va riconosciuto. E diciamo, poi, che i ritardi e le mancanze sono diversi, a seconda delle aree, delle scuole. Ecco, dovremo intervenire su quella fascia che ha sofferto la didattica a distanza, in particolare gli adolescenti del Sud e delle aree interne. La pandemia ha messo a nudo i divari e le disuguaglianze esistenti nel nostro Paese. Chi era già in condizione di svantaggio per situazione personale o sociale, si è impoverito ancora di più. Dobbiamo sempre ricordare che ogni macro-intervento riguarderà, alla fine, le singole persone”, ha concluso Bianchi.

Leggi anche:

Maturità 2021: chi è il neo-ministro Bianchi

Il nuovo ministro dell’Istruzione è uno dei professori di Economia applicata più apprezzati del nostro Paese e, più volte, ha messo al centro dei suoi studi la scuola come effettivo contributo alla crescita economica dell’Italia. Il suo curriculum è ricco di esperienze ed incarichi istituzionali. È professore ordinario di economia applicata all’Università di Ferrara e titolare della Cattedra Unesco “Educazione, Crescita ed Eguaglianza”, inoltre è stato Rettore dell’Università di Ferrara fino al 2010 e Presidente della Fondazione della Conferenza dei Rettori delle Università italiane. Si è laureato all’Università di Bologna e si è specializzato alla London School of Economics and Political Sciences, in Economia e politica industriale, ha insegnato alle Università di Trento, Udine e Bologna. Nel 1998 ha fondato la Facoltà di Economia dell’Università di Ferrara, ora Dipartimento di Economia e Management; dulcis in fundo ha anche coordinato la task force ministeriale, formata dal Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina per la gestione della ripartenza scolastica nell’ambito della pandemia.

Potrebbe interessarti anche: Governo Draghi, annunciati i 23 nuovi ministri