Esame di Maturità: i vantaggi per chi ha preso 100 e lode

La Maturità 2020, come ben sapete, si è svolta in maniera diversa rispetto agli anni passati: i ragazzi hanno sostenuto un lungo colloquio orale e non hanno sostenuto le tradizionali prove scritte. Di conseguenza, le possibilità di perdere punti durante il percorso d’esame si sono ridotte e i maturandi di quest’anno hanno raggiunto voti più alti rispetto alla media. I 100 di quest’anno sono il 9,9% contro il 5,6 % del’anno scorso; i  100 e lode sono 2,6%, vale a dire 12.129 studenti (lo scorso anno erano l’1,5%). Come sapete, i 100 e lode da un po’ di anni a questa parte hanno diritto ad un premio in denaro, anche se ancora il Ministero non si è pronunciato a riguardo. Inoltre, esistono alcuni vantaggi riguardanti l’Università e i concorsi: scopriamoli insieme!

Non perdere:

Cropped shot of an unrecognizable group of college friends high fiving while standing outside

Bonus 100 e lode Maturità 2020: cosa sapere

Ottenere 100 e lode alla Maturità significa innanzitutto figurare nell’Albo Nazionale delle Eccellenze e ottenere quindi una certificazione di eccellenza. I più bravi d’Italia avranno poi diritto ad un bonus in denaro, erogato dagli istituti scolastici: basta recarsi presso la scuola, fare richiesta esplicita e attendere di ricevere il premio. Il bonus è stato istituito per la prima volta nel 2007: la cifra iniziale era di 1000 euro, ma negli ultimi anni è scesa in maniera drastica, arrivando alle 300 euro della Maturità 2019. Il motivo è che il numero dei 100 e lode è aumentato di anno in anno e, visto che il fondo messo a disposizione dal Ministero dell’istruzione è rimasto invariato, la cifra disponibile sarà suddivisa tra tutte le eccellenze. Di conseguenza, quest’anno è possibile che il bonus si riduca ulteriormente, in quanto i 100 e lode sono quasi raddoppiati rispetto all’anno scorso.

100 e lode all’Esame di Stato: vantaggi per università e concorsi

Le eccellenze avranno inoltre agevolazioni sulle tasse universitarie: otterranno il rimborso dei contributi per i test d’ingresso, riduzioni sulle tasse o, in alcuni casi, l’esonero totale. In questi casi però bisogna controllare bene sul sito dell’ateneo presso cui ci si vuole iscrivere e capire quali sono le agevolazioni previste per chi ha ottenuto il massimo all’Esame di Maturità. Per quanto riguarda i concorsi invece occorre leggere il bando specifico e capire se nella valutazione dei titoli è previsto uno specifico punteggio riguardante il voto di Maturità.

Potrebbe interessarti: